Napoli, la giovane Paola innamorata di un trans uccisa dal fratello: “non potevo accettarlo”

Napoli, speronata dal fratello per una relazione gay: cade dallo scooter e  muore - Cronaca

Non sopportava che la sorella stesse con un ragazzo trans, per questo avrebbe speronato il suo scooter provocandone – a suo dire involontariamente – la morte e avrebbe picchiato a sangue il suo fidanzato. Il triste episodio, figlio del patriarcato, è accaduto lo scorso sabato sera a Caivano, in provincia di Napoli.

Ciro e Maria Paola, questo il nome delle vittime di questa assurda violenza, erano in scooter sulla strada per Acerra quando sono raggiunti da Antonio, il fratello della ragazza che avrebbe volontariamente tamponato il mezzo facendo andare i due fuori strada. L’impatto è stato fatale per la giovane donna, mentre Ciro, sbalzato su un cespuglio di rovi, è stato raggiunto dal cognato che lo ha picchiato a sangue rendendosi conto solo successivamente della morte della sorella.

Ciro e Maria Paola erano insieme da diversi anni e convivevano e questo era motivo di vergogna e risentimento da parte del fratello che davanti alle forze dell’ordine avrebbe confessato l’origine dell’odio. Una confessione agghiacciante, condita da un vergognoso misgendering che toglie ogni dignità al ragazzo aggredito ora in ospedale.

Written By
More from Redazione

Decreto Cura Italia, quali pagamenti saranno sospesi?

 L’Agenzia delle entrate-Riscossione ha temporaneamente chiuso i propri sporteli a causa dell’emergenza COVID-19....
Read More