Cgia, con l’aumento del PIL, sono migliorati i servizi del Paese?

Negli ultimi vent’anni, purtroppo, le entrate tributarie sono aumentate di ben 166 miliardi di euro, è la notizia riportata secondo i calcoli effettuati dalla Cgia di Mestre. E con ciò, significa che il Pil ha registrato un aumento del +43,9%

Ora, il coordinatore Paolo Zabeo si pone un’importante domanda: ‘’Qualcuno può affermare con certezza che grazie a 166 miliardi di tasse in più versati in questi ultimi vent’anni la macchina pubblica è migliorata?’’

In poche parole: tutti i servizi che il nostro Paese ha offerto come trasporti, sicurezza ecc, è migliorato oppure no? Purtroppo è ‘brutto’ a dirlo, ma la Cgia ha affermato: “Tra le due ipotesi ci sentiamo di avvalorare quest’ultima, anche perché questo maxi prelievo ha impoverito il Paese provocando, assieme alle crisi maturate in questo ventennio, una crescita dell’Italia pari a zero, che nessun altro Paese d’Europa ha registrato”.

Non solo, il segretario Renato Mason spiega: ‘’Nell’immaginario collettivo si è diffusa l’idea che in questi ultimi anni governatori e sindaci sarebbero diventati, loro malgrado, nuovi gabellieri mentre lo Stato centrale avrebbe alleggerito la pressione fiscale. In realtà le cose sono andate diversamente. Se è vero che negli ultimi 20 anni le tasse locali sono aumentate del 37,1%, quelle incassate dall’amministrazione centrale sono cresciute del 49,3%. in termini assoluti, da Regioni ed enti locali abbiamo unito un aggravio di 20,3 miliardi, mentre il peso del fisco nazionale è salito di 145,7 miliardi.

Written By
More from Redazione