Decreto Agosto, nella bozza divieto licenziamenti fino a durata stato di emergenza

Nuovo vertice di maggioranza a Palazzo Chigi con i capidelegazione e i ministri del Tesoro e del Lavoro, Gualtieri e Catalfo, per sciogliere gli ultimi nodi sul decreto Agosto. Primo fra tutti il prolungamento del blocco dei licenziamenti.


La bozza di decreto prevedeva di prorogare il divieto di licenziamento (che scade il 17 agosto) sino al 15 ottobre, in concomitanza con la cessazione dello Stato d’emergenza. Ma Cgil Cisl e Uil sono subito scesi sul sentiero di guerra, minacciando lo sciopero generale se lo stop non verrà protratto sino al 31 dicembre. Sciopero che potrebbe essere proclamato il 18 settembre, data in cui è già in calendario una mobilitazione: ovvero due giorni prima delle elezioni regionali e del referendum costituzionale.

Poiché c’è la necessità di accompagnare il divieto di licenziamento con la cassa integrazione, bisogna che le due misure vengano “appaiate”, camminino cioè insieme. Ma c’è anche un altro problema, oltre alle coperture: allungare il divieto di licenziamento oltre lo Stato d’emergenza porrebbe una questione di costituzionalità. La libertà di impresa è uno dei diritti fondamentali tutelati dalla Carta: impossibile comprimerla se non in presenza di eventi eccezionali.   

Si prevede quindi di allungare la cassa integrazione per 18 settimane, a partire dal 13 luglio :le prime 9 saranno prive di oneri, le altre 9 prevederanno il pagamento di un’addizionale da calcolare in base al raffronto tra il fatturato del 2019 e quello del 2020 (tra il 9 e il 18%) a seconda di quanto il lavoratore avrebbe dovuto percepire.

Written By
More from Redazione

Programmazione da lunedì 3 a venerdì 7

 Lunedì 3 agosto Rai 1 SerieTv: Il giovane Montalbano Rai 2 Telefilm:...
Read More