Covid19: ancora problemi di liquidità nella tasca degli italiani

Ancora problemi di liquidità nelle tasche degli italiani a causa della cassa integrazione ‘imposta’ nel periodo del Covid19. Dovranno essere versati ancora più di 4 miliardi di euro, tra i mesi di aprile e maggio.

Questi dati sono stati forniti dopo diversi analisi effettuate dal Servizio Lavoro, Coesione e Territorio della UIL sui dati Inps. In media, dunque, sono più o meno 569 euro ad ogni beneficiario totalizzando 8.4 miliardi.  Nelle regioni del Nord si sono registrate le perdite delle retribuzioni nette.

In Lombardia per esempio è arrivato al 25% del totale nazionale (1,2 miliardi di euro), al secondo posto c’è il Veneto (608 milioni di euro netti), a seguire l’Emilia Romagna (491 milioni di euro netti) e il Piemonte (418 milioni di euro netti).
    “Tra riduzione dello stipendio e mancati ratei della 13esima e della 14esima in due mesi le buste paga si sono alleggerite mediamente dal 18% al 37%, a seconda del reddito”, ha spiegato la segretaria confederale Uil Ivana Veronese che chiede di risolvere il primo possibile questo problema.  

Tags from the story
,
Written By
More from Redazione

‘Il Volo’: tour 2020 aggiunte altre date

Dopo un tour Europeo dal Giappone fino in America Latina, nel 2020...
Read More