Stati generali,illustrato Piano Colao per il rilancio

E’ il giorno di Vittorio Colao, il manager chiamato a guidare il Comitato di esperti per realizzare proposte sul rilancio del Paese, e delle parti sociali ai tavoli degli Stati generali indetti dal premier Conte a Villa Pamphili.

Due punti su cui si sofferma all’interno del piano ovvero la necessità di una riforma della pubblica amministrazione, con una formazione per i dipendenti pubblici e l’istruzione. Il manager propone inoltre di ridefinire il rapporto tra scuola, università e il mondo delle imprese. L’istruzione dei nostri ragazzi dovrà essere più tarata alle esigenze del mondo produttivo.

Il governo mette su questi tavoli un primo “libro dei sogni”, piano in nove capitoli e 55 voci per rilanciare il Paese. Vanno sotto i titoli di: Rivoluzione digitale, infrastrutture, green economy, industria 4.0, ammodernamento delle strutture alberghiere, meno burocrazia nella pubblica amministrazione, investimenti in ricerca, sanità e giustizia. Bisogna intanto capire come scadenzare gli interventi: alcune iniziative potranno già andare con la legge di Bilancio autunnale, quando però mancheranno ancora i fondi Ue del Recovery Fund. L’esecutivo studia il modo di attivare il Mes senza generare spaccature nella maggioranza, ma molte iniziative potranno slittare a dopo l’entrata in vigore del meccanismo di finanziamento comunitario.

Written By
More from Redazione

Disarmo: Inf, Cina e Russia legano con uscita Usa

La fine del Trattato sulle forze nucleari a raggio intermedio, noto come Trattato Inf (Intermediate-range...
Read More