19 Settembre 2021, domenica
Home Consulente di Strada Regolamento giuridico delle insolvenze transboundarie in Russia: problemi e prospettivi per lo...

Regolamento giuridico delle insolvenze transboundarie in Russia: problemi e prospettivi per lo sviluppo

MIKHNEVICH TATYANA

Dottorato in giurisprudenza, professore associato, dipartimento di diritto e procedura civile, Accademia presidenziale russa di economia nazionale e pubblica amministrazione

REGOLAMENTO GIURIDICO DELLE INSOLVENZE TRANSBOUNDARIE IN RUSSIA: PROBLEMI E PROSPETTIVE PER LO SVILUPPO

Quando si regolano le relazioni legali con un elemento straniero, la legislazione russa in vari rami del diritto dà priorità ai trattati internazionali della Federazione Russa, rispettivamente, le regole russe si applicano alle organizzazioni e ai cittadini stranieri, se non diversamente previsto dalle norme dei trattati internazionali. Pertanto, il legislatore russo identifica la capacità giuridica procedurale delle entità straniere situate sul territorio della Federazione Russa con la capacità giuridica delle entità russe. Inoltre, le decisioni dei tribunali di stati stranieri sono riconosciute sul territorio della Federazione Russa anche in conformità con le norme di un trattato internazionale, e in sua assenza, sulla base della reciprocità.

Va notato che la Russia è parte di un numero abbastanza elevato di trattati internazionali, che certamente consente un’efficace cooperazione internazionale. Nel frattempo, si osserva un divario giuridico nelle relazioni fallimentari, che porta al problema dell’insolvenza transfrontaliera.

L’insolvenza transfrontaliera è intesa come l’incapacità del debitore, che è un’entità straniera o possiede proprietà nel territorio di uno stato estero, di soddisfare o soddisfare i crediti dei creditori. Anche nel mondo scientifico, altri approcci alla determinazione dell’insolvenza transfrontaliera possono essere trovati, in particolare, proposti da E.V. Mokhovoy, inteso come la totalità delle relazioni giuridiche derivanti dall’insolvenza di una persona e complicata da un elemento straniero che si manifesta, ma non si limita a: 1) partecipazione di creditori stranieri e debitori alla relazione legale; 2) partecipazione al rapporto giuridico estero nei confronti degli altri partecipanti (fondatori) del debitore – la persona giuridica e il debitore stesso; 3) la presenza di proprietà del debitore all’estero; 4) avvio di procedure concorsuali nei confronti di uno stesso debitore in due o più Stati [1, 25].

Al fine di risolvere il problema dell’insolvenza transfrontaliera, numerosi paesi stranieri hanno adottato un unico documento unificato che prevede un meccanismo legale per dichiarare un debitore straniero in bancarotta in un territorio straniero e che consente anche di determinare il destino della proprietà di un debitore straniero situato in diversi stati (Regolamento UE del 20.05.2015 n. 2015/848 ( Rifusione) sulle procedure di insolvenza [2]). È degno di nota nel presente regolamento che i suoi partecipanti si riferiscono a diversi modelli di fallimento mondiale: pro-credito (Regno Unito di Gran Bretagna), pro-credito (Francia, Italia) e misto (Germania) [3, 141], tuttavia, sono stati in grado di giungere a un unificato consenso in materia. Per quanto riguarda la Russia, oggi è impossibile individuare uno specifico accordo internazionale che disciplina le questioni relative al fallimento transfrontaliero di cui la Federazione Russa sarebbe parte. A questo proposito, un certo numero di scienziati ritiene opportuno che il legislatore russo segua il percorso dell’Unione europea, possibilmente aderendo in futuro ai regolamenti di cui sopra, determinando il luogo del fallimento del debitore nel luogo di registrazione dell’ufficio del debitore.

D’altra parte, la posizione del legislatore russo di fissare norme semplificate sull’insolvenza transfrontaliera che non prevedono un chiaro meccanismo di fallimento con un elemento straniero sembra intenzionale. L’autore ritiene che questo approccio protegga in primo luogo gli interessi degli imprenditori russi, poiché, tenendo conto delle disposizioni del Codice civile della Federazione Russa (di seguito – il Codice civile della Federazione Russa) e del Codice di procedura arbitrale della Federazione Russa, le norme del diritto societario e fallimentare russo sono inestricabili. Quindi, in particolare, la clausola 1 dell’articolo 1202 del codice civile della Federazione Russa parla della “legge personale” delle persone giuridiche, che è determinata dal luogo di registrazione, e l’articolo 1202, parte 4, del codice civile della Federazione Russa afferma che se un’entità legale straniera è prevalentemente svolge attività nel territorio della Federazione Russa, la legislazione della Federazione Russa si applica ad essa. Qui, il termine “prevalentemente” solleva alcuni dubbi: come definirlo e chi lo analizzerà e quale sistema comparativo applicare: in termini monetari, a seconda delle entrate o in base al numero di transazioni effettuate per anno, trimestre, mese o giorno? Cioè, il legislatore russo, per così dire, prevede la possibilità dell’esistenza di una “legge personale”, ma allo stesso tempo la limita al luogo di attività di un’entità legale straniera. Questa posizione può essere corretta, ma deve essere migliorata al fine di evitare il “turismo fallimentare”, inteso come “uno dei tipi di relazioni fallimentari quando il debitore, nel quadro delle procedure di insolvenza imminenti, tenta di scegliere una giurisdizione diversa da quella che si presume preferita per i creditori “o” come forma privata di relazioni fallimentari – forum shopping – scelta di un tribunale “conveniente” [4, 51], vale a dire: è necessario sviluppare un progetto di accordo in cui ciascuno è straniero Io, una società che è rientrata nel mercato russo, avrei accettato gli obblighi e accettato di estendere ad essa le azioni della legislazione russa, incluso il fallimento, in caso di insolvenza. Allo stesso tempo, non bisogna aver paura delle perdite degli investitori stranieri, dal momento che la Russia è stata e vorrà per molto tempo attrarre capitale straniero e partecipanti stranieri nelle attività imprenditoriali.

Inoltre, pur sancendo le norme su un accordo vincolante tra la Federazione Russa e le società straniere, è necessario fornire e garantire alle entità straniere un minimo di attività sotto forma di beni immobili o fondi “intoccabili” che dovrebbero essere situati sul territorio della Federazione Russa come garante di attività sicure per i creditori russi nella forma “congelata” o in circolazione, cioè non esposta al di fuori della Federazione Russa. Di conseguenza, tutti i partecipanti stranieri all’attività economica saranno anche informati di quali proprietà saranno responsabili e in quale misura se mostreranno segni di fallimento ai sensi della legge russa.

Se la Federazione Russa decide di seguire il percorso degli Stati europei e aderire in futuro al suddetto Regolamento UE o firmarne uno nuovo con un numero di Stati, è consigliabile stipulare in esso il diritto di scegliere i creditori per determinare il luogo del tribunale in base a dove il debitore è stato registrato durante l’ultimo anno fino al la comparsa di segni di fallimento al fine di combattere la malafede del debitore, costantemente alla ricerca di un sistema di fallimento migliore e più conveniente per lui.

Letteratura (fonti):

1. Mokhova E. Fallimenti transfrontalieri: ci sono più domande che risposte // Supplemento tematico alla rivista Legal Insight. – 2016. – Aprile – Maggio. – S. 25.

2. Per il testo del regolamento, consultare: http://eur-lex.europa.eu (data del trattamento 20/01/2019).

3. Mikhnevich T.N. Lo sviluppo della regolamentazione legale delle procedure di insolvenza (fallimento) di individui (cittadini) in Russia e all’estero: un’analisi giuridica comparativa: Dis. … cand. Jurid. Scienze. – M., 2011 .– S. 141.

4. Kolyada M.V., Mironov E.Yu., Odintsov S.V. Problemi legali di insolvenza transfrontaliera e manifestazioni negative di “turismo in bancarotta” // Rapporti di proprietà nella Federazione Russa. -№8. – 2018 .– S. 50-57.

a firma di Tatyana Mikhnevich

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Alitalia pubblica il bando per la cessione del marchio

Parte la gara per la cessione del brand Alitalia. La società in amministrazione straordinaria ha infatti pubblicato su diversi quotidiani l'invito agli...

Cos’è il contratto di locazione a canone libero ?

La tipologia contrattuale più usata per le locazioni ad uso abitativo è il contratto c.d. "a canone libero", così chiamato perché le parti...

Covid: continua a scendere l’indice Rt in calo anche i ricoveri e le terapie intensive

Continua a scendere, nel periodo 25 agosto - 7 settembre 2021, l'Rt medio calcolato sui casi sintomatici che è stato pari a...

Teano: cornice di un set cinematografico

Ottobre 2021 si concluderà la prima puntata della serie TV:  "To te conquest of Love", scritta e diretta da Cucciniello Michele.

Commenti recenti