Dormire fa bene riduce gran parte del rischio cardiaco

Dormire bene fa bene, riduce in parte il rischio cardiaco individuale legato a fattori genetici. Parole date e ovviamente è stata fatta la dimostrazione da uno studio di Lu Qi, direttore del Obesity Research Center presso la Tulane University a New Orleans. La tesi è stata pubblicata sull’European Heart Journal, lo studio mostra che anche se una persona per motivi genetici è ad alto rischio di infarto e ictus questo rischio può essere almeno in parte annullato grazie da un sonno regolare e riposante.

Gli esperti hanno preso un campione di DNA su ben 385.292 ed è stato analizzato alla ricerca delle variazioni genetiche note per indurre un rischio cardiovascolare. Il campione è stato suddiviso in tre gruppi in base al rischio genetico alto, medio e basso di ictus e infarto. Inoltre hanno ricevuto un voto da 0 a 5 per il loro comportamento riguardo al sonno notturno, con 5 voto massimo (dato a persone mattiniere, che dormono regolarmente 7-8 ore di sonno a notte, non soffrono di insonnia e altri disturbi, non lamentano sonnolenza diurna).

Risultato immagini per dormire"

Ebbene è emerso che coloro che oltre ad avere un alto rischio cardiovascolare per motivi genetici avevano anche un voto pessimo per il sonno (da 0 a 1), presentavano un rischio quasi triplo di infarto e quasi doppio di ictus rispetto ai coetanei con basso rischio cardiovascolare e sonno eccellente. Inoltre il rischio genetico cardiovascolare è in parte controbilanciato da sane abitudini al sonno, per cui una persona geneticamente ad alto rischio che dorme in modo sano ha una possibilità minore di andare incontro a infarto e ictus.

I ricercatori hanno stimato infine che se l’intero campione di individui coinvolti nel lavoro avesse avuto il voto massimo per il sonno, si sarebbero evitati un caso di infarto e ictus su 10 nell’arco di circa 8 anni e mezzo (tale è stata la durata dello studio).

fonte:www.ansa.it

Tags from the story
,
Written By
More from Redazione

Salerno, Sala Varese 1930 abbraccia la solidarietà nell’era del Coronavirus

In un ospedale di Napoli o di Salerno .Davanti alla porta che...
Read More