17 Giugno 2021, giovedì
Home Consulente di Strada Nuovo Incentivo stanziato da Invitalia: ''Nuove imprese a tasso zero'', ecco di...

Nuovo Incentivo stanziato da Invitalia: ”Nuove imprese a tasso zero”, ecco di cosa si tratta

INCENTIVO “NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO”: DI COSA SI TRATTA?

 Lo Stato italiano, a partire dal 2019, ha introdotto una serie di misure per favorire la nascita di nuove imprese giovanili e femminili
“Nuove imprese a tasso zero” è l’incentivo stanziato da Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, di proprietà del Ministero dell’Economia. Invitalia eroga e gestisce tutti i contributi nazionali finalizzati alla nascita di nuove imprese e di startup innovative, e finanzia progetti di varie dimensioni, proponendo agli imprenditori piani di sviluppo concreti e di alto valore aggiunto.

Il contributo è rivolto ai giovani tra i 18 e i 35 anni e alle donne che vogliano entrare nel mondo dell’imprenditoria.  È valido in tutta Italia e prevede il finanziamento a tasso zero di nuovi progetti d’impresa, arrivando a coprire fino al 75% delle spese ammissibili.

Risultati immagini per imprese a tasso zero

È possibile presentare la domanda di ammissione al bando “Nuove imprese a tasso zero” sulla piattaforma online di Invitalia. L’incentivo verrà presentato agli interessati attraverso un webinar, in programma per il 14 novembre, nel quale degli esperti illustreranno le caratteristiche dell’agevolazione, i requisiti da possedere per ottenerla e le modalità di presentazione della domanda. La durata del webinar è di circa 2 ore e ci si può iscrivere direttamente dal sito di Invitalia.
 L’impresa può richiedere l’agevolazione solo nel caso in cui:
  • Sia costituita come società o come società cooperativa
  • Sia formata, per oltre la metà dei soci, da giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni o da donne
  • Sia nata da non più di 60 mesi al momento della presentazione della domanda
  • Sia una micro o piccola impresa

L’impresa deve, inoltre, poter garantire una copertura finanziaria pari al 25% dell’investimento con proprie risorse o con un finanziamento esterno, non pubblico.

La restituzione del prestito deve avvenire entro 8 anni dall’erogazione del finanziamento, attraverso un piano di ammortamento a rate semestrali con scadenza fissa il 31 maggio e il 30 novembre di ciascun anno.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA

Occhiuto candidato governatore del centrodestra: la soddisfazione di Gallo Il coordinatore provinciale forzista: «Roberto l’uomo giusto al momento giusto»

Meloni: “Proroga stato emergenza è ipotesi folle”

La leader di Fratelli d’Italia: "Gestire pandemia nel rispetto della Costituzione e delle prerogative parlamentari" Afferma: “Apprendiamo dalla stampa...

Al via gli esami di maturità per oltre 500 mila studenti

Al via oggi dalle ore 8,30 gli esami di maturità per oltre 500 mila studenti dell'ultimo anno delle superiori: si tratta di...

COMUNICATO STAMPA:”IO CREDEVO IN TE” IL CORTO CONTRO L’ABBANDONO DEGLI ANIMALI DI GIUSEPPE COSSENTINO CON NUNZIO BELLINO DIVENTA VIRALE

Squadra vincente non si cambia. Ed ecco che Giuseppe Cossentino e Nunzio Bellino tornano insieme sul set e segnano un nuovo straordinario ...

Commenti recenti