9 Maggio 2021, domenica
Home TV & Gossip "Canzanella: titoli di coda" , presso Castel dell'Ovo la Mostra antologica dedicata...

“Canzanella: titoli di coda” , presso Castel dell’Ovo la Mostra antologica dedicata alla grande tradizione partenopea della sartoria teatrale

Sabato 7 novembre 2019, nelle suggestive sale di Castel dell’Ovo, e fino al 12 novembre , l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli inaugura la mostra antologica dedicata a Vincenzo Canzanella, storico protagonista da oltre mezzo secolo della grande tradizione partenopea della sartoria teatrale. Un tributo ammirato indiretto a tutti quei maestri artigiani che come lui, dietro le quinte, costruiscono giorno per giorno con ineguagliata competenza e passione il successo del teatro, del cinema e della televisione, attraverso una magica sinergia che dà vita allo spettacolo, rinnovando ogni volta l’illusione e l’emozione.

Nelle suggestive sale di Castel dell’Ovo, fino al 12 novembre, le realizzazioni del maestro Canzanella, sia autografe che su progetti dei Premi Oscar Gabriella Pescucci, Franca Squarciapino e
di altri grandi costumisti, suggeriscono una riflessione non solo sulla figura del sarto che è “haute couture”, capace certamente di dispensare dettami di eleganza, unicità e originalità dal suo atelier,ma che è anche un ricercatore capace di cogliere le innovazioni artistiche, tecniche e stilistiche che si succedono nel corso degli anni.

Vincenzo, come ama definirsi schernendosi, è un “titolo di coda”, uno di quelli che quando iniziano a scorrere sullo schermo molte persone si alzano ed escono dal cinema. La città di Napoli si inchina per rendere omaggio a questo grande protagonista internazionale della sartoria teatrale e del costume, in  una mostra–evento che ci trascina nel magico mondo della finzione: il teatro, infatti – come diceva Victor Hugo – “non è il paese della realtà: ci sono alberi di cartone,palazzi di tela, un cielo di cartapesta, diamanti di vetro, oro di carta stagnola, il rosso sulla guancia,
un sole che esce da sotto terra. Ma è il paese del vero: ci sono cuori umani nella sala, cuori umani sul palco, cuori umani dietro le quinte. ” Come quello grande di Vincenzo.

L’evento è organizzato in collaborazione con l’Ass. Artistica Culturale Museo Storico della Moda e del Costume teatrale e Armando Fusco Production e patrocinato dalla Regione Campania, Comune di Napoli e la Reggia di Monza.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Covid, Italia sempre più gialla, nessuna regione sarebbe rossa

L'Italia diventa sempre piu' gialla e nessuna regione dovrebbe essere rossa: la Valle d'Aosta dovrebbe, infatti, diventare arancione. Verso un cambio di colore...

COMUNICATO STAMPA:L’ARCIVESCOVO BATTAGLIA OSPITE AL COMITATO DI NAPOLI IN OCCASIONE DELLA GIORNATA MONDIALE DELLA CROCE ROSSA e MEZZALUNA ROSSA

L’ARCIVESCOVO BATTAGLIA OSPITE AL COMITATO DI NAPOLI IN OCCASIONE DELLA GIORNATA MONDIALE DELLA CROCE ROSSA e MEZZALUNA ROSSA S.E....

Dl Sostegni, salta ‘superbonus’ aziende.

La Ragioneria generale dello Stato boccia la norma inserita dal Parlamento del dl Sostegni per "la cedibilità del credito di imposta nell'acquisto...

Giovane uccisa nel Napoletano

Ylenia Lombardo, 33 anni, è stata uccisa a coltellate ieri pomeriggio a San Paolo Bel Sito (in provincia di Napoli). ...

Commenti recenti