20 Maggio 2024, lunedì
HomeItaliaCronacaAllarme nel Casertano, acqua contaminata da arsenico

Allarme nel Casertano, acqua contaminata da arsenico

Dodici i pozzi sequestrati dai carabinieri forestali e del Noe perché “severamente contaminati” da metalli pesanti tra cui l’arsenico.  Si trovano tra i comuni di Caserta San Nicola in Strada, in alcuni di questi è stata accertata la presenza di circa 9000 milligrammi per litro di arsenico. Considerato che la soglia legale è di 10 mg, siamo nell’ordine delle 900 volte i limiti consentiti. Una “quantità abnorme”, sottolinea il procuratore di S. Maria Capua Vetere Maria Antonietta Troncone.Risultati immagini per acqua

LE INDAGINI  – Al momento è stato aperto un fascicolo a carico di ignoti: i reati contestati sono l’avvelenamento delle acque, il disastro ambientale, fattispecie che riguarda le condotte accertate dal 2015 in poi, anno in cui fu introdotto tale reato; prima del 2015 si procede per disastro generico. L’acqua esaminata è stata utilizzata per anni per irrigare alcune colture, ma anche per i giardini di complessi residenziali. Non arriva invece nelle case, che sono allacciate alla normale condotta idrica. Sono in corso attività di carotaggio per verificare se la contaminazione sia estesa anche al suolo. Sigilli anche in un’altra area in cui sono stati rinvenuti rifiuti speciali solidi di vario genere.

 

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti