Gran Caffè Gambrinus: la zeppola tra tradizione e innovazione

In Italia, ed in particolare nella regione Campania, il 19 marzo rappresenta una data molto sentita e che le famiglie attendono con entusiasmo per festeggiare : in primis la festa del Papà ma non solo, come è ben noto, in tale giorno cade la festività di San Giuseppe che la tradizione da sempre rappresenta con le zeppole.

Le zeppole di San Giuseppe sono molto popolari nella zona vesuviana e un tempo erano preparate direttamente nelle strade. Malgrado il nome, non traggono le proprie origini nel comune di San Giuseppe Vesuviano: ci sono varie ipotesi sull’invenzione di questo dolce, riferita sia alle suore di San Gregorio Armeno sia a quelle della Croce di Lucca, sia a quelle dello Splendore, sempre comunque a Napoli. La prima ricetta scritta risale al 1837, nel trattato di cucina napoletana di Ippolito Cavalcanti.

Gli ingredienti principali sono la farina, lo zucchero, le uova, il burro e l’olio d’oliva, la crema pasticcera, una spolverata di zucchero a velo e le amarene sciroppate per la decorazione. Nella tradizione napoletana esistono due varianti di zeppole di San Giuseppe: fritte e al forno.

Per il prossimo 19 marzo il Gran Caffè Gambrinus,  il più noto ed importante Caffè di Napoli, propone alla sua clientela una vasta varietà di zeppole, accanto alle tradizionali, per reinterpretare la tradizione ed offrire specialità mai gustate prima: dalla zeppola al pistacchio alla chatilly con fragoline,alla zeppola con Oreo , Pan di Stelle o Kinder per il palato dei più piccini: imbarazzo della scelta? Allora non vi resta che provarle tutte!

a cura di Maria Parente

Ph.: Martina Lombardi

          

    

 

Written By
More from Redazione

Matteo Salvini contro Giuseppe Conte: ”Non vorrei che Conte avesse venduto la nostra sovranità”

Pesantissimo attacco di Matteo Salvini a Giuseppe Conte: “Il Mes è un trattato che rischia di far...
Read More