15 Maggio 2021, sabato
Home Italia Politica IL SINDACO DI BORGOSESIA PAOLO TIRAMANI TORNA A SCUOLA

IL SINDACO DI BORGOSESIA PAOLO TIRAMANI TORNA A SCUOLA

Il Sindaco di Borgosesia Paolo Tiramani è tornato per un giorno sui banchi di scuola accettando con entusiasmo l’invito della classe 3^B della Scuole Media e della Prof. Barbara Palazzo.

“Ho risposto con immenso piacere – spiega il primo cittadino – al piano di lavoro presentato dalla professoressa Palazzo e dagli studenti della 3^B perchè ritengo che il confronto con i cittadini, specialmente con i più giovani che costituiranno il futuro della nostra società, rappresenta un ottimo strumento per conoscere le reali esigenze della vita quotidiana. Il progetto denominato <Il Sindaco torna a Scuola> è basato sulla proposta da parte degli alunni di programmi specifici rivolti a ragazzi dai 14 ai 18 anni. Alcune di queste idee erano già state inserite all’interno di iniziative che la nostra amministrazione intende realizzare, altre sono state accolte positivamente e saranno valutate insieme ai miei collaboratori mentre purtroppo certe proposte sono risultate irrealizzabili.
L’incontro è proseguito con alcune domande da parte degli alunni su determinate scelte amministrative e sulle principali differenze riguardanti le competenze di Regione, Provincia e Comune. Credo sia stata per tutti un’ottima esperienza, in particolareper quanto mi riguarda, il ritorno sui banchi di scuola stando tra i nostri ragazzi, ha rappresentato un momento molto edificante”
La Redazione
Sponsorizzato

Ultime Notizie

Più di 70 mila imprese rischiano di chiudere, quasi 20 mila al Sud

Sono a forte rischio di espulsione dal mercato 73.200 imprese italiane tra 5 e 499 addetti, il 15% del totale, di cui quasi...

COMUNICATO STAMPA

PREMIO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE PER LA POESIA E LA NARRATIVA“MARIA DICORATO” L’Associazione Pro(getto) Scena Edition ETS nasce con l’obiettivo...

Draghi:”Bisogna investire sulle donne e sulla possibilità di avere figli”

"Un'Italia senza figli è un'Italia che non crede e non progetta. È un'Italia destinata lentamente a invecchiare e scomparire.

Commenti recenti