31 Luglio 2021, sabato
Home News Scandalo Asl Benevento, indagata la De Girolamo

Scandalo Asl Benevento, indagata la De Girolamo

Che fosse coinvolta nell’inchiesta appariva scontato, sin da quando all’inizio dell’anno furono emessi i primi avvisi.

Ma la sua iscrizione sul registro degli indagati non era stata mai confermata dai magistrati della procura, che sul punto hanno mantenuto uno strettissimo riserbo. Ora è arrivata l’ufficialità: l’ex ministro della Politiche agricole, Nunzia De Girolamo, è indagata nell’ambito dell’indagine sulla gestione della Asl di Benevento. La circostanza emerge dalla richiesta di proroga delle indagini preliminari che la procura di Benevento ha trasmesso al gip Flavio Cusani.

Uno degli avvisi di proroga è stato notificato nei giorni scorsi alla De Girolamo ed altre cinque persone. La richiesta è stata firmata dal pool di sostituti titolari del fascicolo: Giovanni Tartaglia Polcini, Nicoletta Giammarino e Flavia Felaco. L’ex ministro, a quanto si è appreso, risulta iscritta nel registro della procura dal dicembre scorso. I reati ipotizzati a vario titolo dagli inquirenti vanno dall’abuso d’ufficio, alla truffa e turbativa di gara. Ai tre nomi già noti – Felice Pisapia (ex direttore amministrativo della Asl Benevento), Michele Rossi (direttore generale Asl) e Mino Ventucci (direttore sanitario) – si sono aggiunti dunque i nomi dell’ex ministro e di due suoi collaboratori, Luigi Barone e l’avvocato Giacomo Papa.

“Vengo a conoscenza, con la richiesta di proroga delle indagini, che sono all’attenzione della procura fatti che mi riguarderebbero – ha commentato la De Girolamo – non mai ho ricevuto informazioni di garanzia, e neanche è da ritenersi tale l’atto ora notificatomi”. L’ex ministro, che ora è capogruppo alla Camera per il Nuovo centrodestra di Angelino Alfano, ha detto di essere “assolutamente serena e fiduciosa dell’operato dei magistrati”“La notifica della richiesta di proroga delle indagini preliminari è un atto dovuto, obbligatorio e comunque a garanzia dell’indagato – ha continuato – la richiesta di proroga riguarda numerose posizioni cosicchè non è possibile stabilire quali indagini riguarderebbero la mia persona”. Eppure la De Girolamo ritiene di essere “estranea a tutti i reati oggetto del procedimento”. Resta, comunque, dichiaro disponibile a fornire ogni chiarimento agli inquirenti. “Spero, soprattutto, che i pubblici ministeri facciano luce al più presto su questa vicenda nella quale sono sicuramente persona offesa dei reati – ha concluso – ho, infatti, tramite i miei legali, denunziato immediatamente alle competenti autorità tutte le violazioni commesse ai miei danni”.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Il fuoco non dà tregua alla Sardegna

Un nuovo incendio è divampato nell'Oristanese sui monti di Santu Lussurgiu, nella zona di Sa pedra lada, sotto la borgata montana di San...

Pil vola a +2,7% nel secondo trimestre, sale l’occupazione a giugno

Nel secondo trimestre del 2021 il Pil italiano, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è aumentato del 2,7% rispetto al trimestre precedente...

Giustizia: accordo in Cdm su riforma, c’è ok M5s

Via libera del Consiglio dei ministri alla proposta di mediazione sulla riforma del processo penale. A quanto si apprende, c'è il via...

Tokyo. Italia argento nella sciabola con Montano

Un finale che ormai sembra scritto: prima l'illusione, la finale e poi la grande delusione che guasta un po' il piacere della...

Commenti recenti