14 Giugno 2024, venerdì
HomeNewsDibattito pubblico per cambiare l'urbanistica

Dibattito pubblico per cambiare l'urbanistica

Introdotto il dibattito pubblico per le operazioni di rinnovo urbano in cui si prevede l’abbattimento e la ricostruzione di “porzioni di città”; previste premialità attraverso nuovi diritti edificatori per le riqualificazioni urbanistiche, ambientali ed edilizie; il contributo straordinario per i rinnovi urbani potrà anche finanziare la progettazione e l’esecuzione di opere pubbliche . Sono questi alcuni degli elementi del disegno di legge di riforma urbanistica varato dalla commissione ministeriale insediata dal ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi, anticipato su ItaliaOggi di ieri. Fra di essi  appare di particolare interesse la previsione dell’applicazione dell’istituto del “débat public” francese per le operazioni di rinnovo urbano, peraltro realizzabili anche in assenza di pianificazione operativa o in difformità da essa.  Premesso che alla base ci dovrà essere un accordo urbanistico fra privato e comune, le operazioni di rinnovo urbano – che  potranno concretizzarsi in abbattimento e ricostruzione di “porzioni di città” – è previsto che siano  soggette a dibattito pubblico secondo regole che dovranno essere dettate dal legislatore regionale. Il piano dell’operazione di rinnovo urbano dovrà essere formato dal comune di concerto con gli altri soggetti pubblici coinvolti e con la partecipazione dei privati interessati. In queste operazioni i comuni dovranno poi prevedere la costituzione di un patrimonio di aree dove realizzare alloggi per esigenze temporanee o definitive per i proprietari oggetto delle operazioni di rinnovo urbano che poi potranno essere destinate al social housing.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti