19 Giugno 2024, mercoledì
HomeNewsIl fisco aiuta cultura e turismo

Il fisco aiuta cultura e turismo

Il fisco corre in soccorso di cultura e turismo. L’erario premia alberghi e bed&breakfast, che potranno contare su un credito d’imposta del 30% sia sulle ristrutturazioni edilizie sia per le spese «digitali» sostenute fino al 2018. In arrivo l’Art bonus, una detrazione Irpef/Ires del 65% per i mecenati che finanziano musei e beni culturali. Non resta a secco nemmeno il cinema: raddoppia da 5 a 10 milioni di euro per singolo film lo sgravio fiscale a disposizione dei registi stranieri che decidono di portare i loro ciak in Italia. È quanto previsto dal dl approvato ieri dal consiglio dei ministri per la tutela del patrimonio culturale e il rilancio del turismo. E nelle prossime settimane, ha annunciato il premier Matteo Renzi su Twitter, sarà presentato anche un disegno di legge delega di settore.
Alberghi. Rispetto alla bozza iniziale (anticipata da ItaliaOggi del 20 maggio scorso), la novità principale riguarda il credito d’imposta del 30% per l’ammodernamento di hotel, residenze alberghiere, campeggi, ostelli, B&B. L’aiuto sarà cumulabile con quello previsto a favore della digitalizzazione delle strutture ricettive, accessibile per le spese sostenute negli anni dal 2014 al 2018 (e non più 2016) per l’acquisto di siti internet, servizi di comunicazione e marketing, sviluppo di app per dispositivi mobili e l’implementazione di sistemi di prenotazione online. 

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti