6 Marzo 2021, sabato
Home News Infarto per troppo lavoro, l’azienda deve risarcire la famiglia

Infarto per troppo lavoro, l’azienda deve risarcire la famiglia

Se linfarto del lavoratore è causato da una mole eccessiva di lavoro, l’azienda dovrà risarcire la famiglia. E’ il principio introdotto da una sentenza della Corte di Cassazione che ha appena riconosciuto un risarcimento di 850mila euro alla vedova e alla figlia minorenne di un dirigente di una grande azienda di telecomunicazioni morto di infarto.

La famiglia aveva denunciato che l’uomo si era trovato in “condizioni di straordinario aggravio fisico”: l’attività lavorativa “si era intensificata fino a raggiungere ritmi insostenibili”, con una media di “circa 11 ore giornaliere” e con il “protrarsi dell’attività a casa e fino a tarda sera”. Non solo: era stata una perizia tecnica a evidenziare il nesso tra la morte improvvisa del dipendente e la mole di lavoro: “L’infarto era correlabile, in via concausale, con indice di probabilità di alto grado, alle trascorse vicende lavorative”.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Gaudiano a sorpresa vince Sanremo Giovani

È Gaudiano con Polvere da sparo il vincitore a sorpresa nella categoria Nuove Proposte del 71° festival di Sanremo. Il ragazzo foggiano, classe 1991 ha battuto,...

Usa, arriva la prima bocciatura di Biden

Il presidente Joe Biden ha ritirato la candidatura di Neera Tanden a capo dell’Ufficio del Budget americano: gliel’ha chiesto lei, non aveva i voti per la...

Le regioni che cambiano colore: in serata sarà firmata l’ordinanza

Cambia ancora il «colore» delle regioni italiane. Di fronte a numeri che sono in generale peggioramento — l’Rt nazionale è salito a 1,06,...

Crisi delle PMI , c’è chi finanzia in poche ore

 A cura di Tiziana Pollice  Il punto di forza è che «siamo una fintech dedicata alle PMI e alle Partite IVA...

Commenti recenti