14 Giugno 2024, venerdì
HomeNewsDon Alberto Barin, condanna 4 anni: “Violenza sessuale su detenuti San Vittore”

Don Alberto Barin, condanna 4 anni: “Violenza sessuale su detenuti San Vittore”

Don Alberto Barin, ex cappellano del carcere di San Vittore a Milano, è stato condannato a 4 anni di carcere per violenza sessuale sui detenuti.

La sentenza emessa la mattina del 28 marzo dal tribunale di Milano ha inflitto una condanna inferiore a quella richiesta dai pm, che avevano chiesto al gup 14 anni e 8 mesi di carcere per 12 episodi di abusi contestati al prete.

In particolare, al termine del processo con rito abbreviato, il giudice Luigi Gargiulo ha condannato Don Barin, difeso dall’avvocato e professore Mario Zanchetti, per un totale di 8 casi sui 12 contestati dalla Procura, ma ha riqualificato i fatti.

Da quanto si è saputo il gup ha riqualificato 4 casi come fatti di lieve entità, ossia toccamenti, e per altri quattro casi ha riqualificato il reato di violenza sessuale nella formula della vecchia concussione sessuale, ossia il religioso avrebbe indotto i detenuti ad avere rapporti sessuali con lui.

Il procuratore aggiunto di Milano, Pietro Forno, e i pm Daniele Cento e Lucia Minutella avevano chiesto invece una condanna a 14 anni e 8 mesi per violenza sessuale aggravata nei confronti di 12 detenuti, tutti uomini di origine nordafricana, di età compresa tra i 23 e i 43 anni, per episodi di presunti abusi avvenuti fra il 2008 e il 2012.

Don Barin, che era il cappellano del carcere milanese di San Vittore, era stato arrestato il 20 novembre 2012, perché, secondo i pm, avrebbe fatto leva sullo stato di bisogno dei detenuti e avrebbe fatto avere loro sigarette, saponette, spazzolini e altri piccoli beni per vivere meglio in carcere, in cambio di favori sessuali.

Sempre secondo l’accusa i presunti abusi sarebbero proseguiti anche fuori dal carcere quando il religioso invitava a casa i detenuti scarcerati. Per Don Barin in gip di Milano Enrico Manzi, dopo alcuni mesi, aveva disposto gli arresti domiciliari e il religioso era passato dal carcere in un convento. La sentenza del 28 marzo ha fatto cadere gran parte delle accuse contestate a Don Barin.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti