22 Giugno 2024, sabato
HomeNewsRw, la compilazione con soglia

Rw, la compilazione con soglia

Ritorna la soglia dei 10 mila euro per la compilazione del quadro Rw. Saranno quindi esentati dall’adempimento i conti correnti, come paypal, su cui transitano o sono depositati pochi euro. Al decreto legge 4/2014 approvato alla camera, e ora all’esame del senato, è stato inserito, infatti, un emendamento a firma del deputato del Gruppo Misto Manfred Schullian che reintroduce un limite alla compilazione del quadro Rw. In particolare la norma prevede che «gli obblighi di indicazione nella dichiarazione dei redditi previsti nel comma 1 non sussistono altresì per i depositi e conti correnti bancari costituiti all’estero il cui valore massimo complessivo raggiunto nel corso del periodo d’imposta non sia superiore a 10.000 euro». Una disposizione che va nell’ottica di semplificare quanto previsto dalle nuove regole sul monitoraggio fiscale. La legge 97/2013 aveva infatti eliminato ogni riferimento alle soglie per la compilazione del quadro Rw. Se da un lato questa previsione poteva essere vista come un inasprimento della lotta all’evasione dall’altro lato conduceva a effetti paradossali (si veda ItaliaOggi del 25/2/2014) che chiunque possedesse un conto, per esempio per gli acquisti via internet, con un istituto di credito che risultasse con sede estera (come paypal), sarebbe stato obbligato a presentare Unico e a compilare il quadro RW in quanto considerato, per l’amministrazione finanziaria, possessore di evidenze finanziarie estere. Ora la correzione innestata sul decreto ex voluntary disclosure che come spiega a ItaliaOggi il firmatario Schullian: «Era stato evidenziato il rischio di un contenzioso con la commissione Ue. Ma la commissione» spiega il deputato del gruppo Misto, «non ha contestato l’esonero per la compilazione del quadro Rw ma la spoporzione delle sanzioni previste in caso di mancata compilazione e anche onere burocratico a carico dei cittadini».

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti