19 Giugno 2024, mercoledì
HomeNewsFiera di Vicenza apre alla moda

Fiera di Vicenza apre alla moda

«Mi è sempre andata stretta l’idea che una fiera sia semplicemente una scatola con gli stand o la moquette da arrotolare ogni volta che chiude un evento, preferisco concepirla come un’editore di contenuti che aiuta i marchi a costruire nuovi percorsi, e a far incontrare nuove realtà», spiega Matteo Marzotto. Nelle nuova veste da presidente di Fiera di Vicenza (è stato eletto a dicembre 2013), l’imprenditore ha pensato da subito a rilanciare gli eventi fiore all’occhiello dell’ente di cui anche il nonno Gaetano Marzotto fu fondatore. Vicenza Oro su tutti, da intrecciare con un nuovo appuntamento: tale è Origin passion and beliefs, un laboratorio espositivo dell’artigianato nelle categorie pelle, pietre, hi-tech e tessile (100 realtà in tutto), in programma lontano dalle fashion week, dall’8 all’11 maggio, e sovrapposto a Vicenza Oro spring (10-13 maggio). Costo dell’operazione presentata ieri a Milano assieme a Corrado Facco a.d. della Fiera, «un paio di milioni di euro» dice Marzotto, «che vanno ad aggiungersi ai grandi investimenti per il rinnovo del polo fieristico, 45 milioni di euro, con un padiglione monoplanare da 9 mila persone adattabile oltre la fiera a concerti e manifestazioni». L’obiettivo da realizzare con il nuovo salone delle eccellenze è duplice: «avvicinare il mondo del fashion all’artigianato, perché non tutti hanno verticalizzato la produzione», spiega a ItaliaOggi il numero uno di Fiera di Vicenza, «e dall’altro portare la griffe a considerare il comparto gioiello come uno strumento di marketing formidabile».

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti