28 Maggio 2024, martedì
HomeNewsChi occupa abusivamente non avrà luce e residenza

Chi occupa abusivamente non avrà luce e residenza

Più alloggi sociali e stop alle occupazioni. Il dl sull’emergenza abitativa, all’esame oggi del consiglio dei ministri, rabbocca i fondi per le locazioni; dà impulso ad agenzie per collocare le famiglie un po’ meno povere, escluse dalle case popolari, ma non in grado di pagare canoni del libero mercato; consente interventi edilizi in deroga ai piani regolatori per chi vuole recuperare alloggi sociali. Ma mostra il pugno duro agli abusivi: non potranno allacciare l’alloggio occupato alle utenze domestiche e nemmeno prendere la residenza.
ABUSIVI – Il decreto impedisce di prendere la residenza nell’immobile occupato abusivamente e di allacciare la casa alla luce, al gas, al telefono e a tutti pubblici servizi. La norma proposta si prefigge di intervenire contro situazioni di illegalità, anche se mette a repentaglio la possibilità di ottenere utenze per servizi primari. Ma la formulazione non lascia spazio ad equivoci: i contratti di utenza sono nulli.
FONDO LOCAZIONI – Aumenta il Fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione: passa a 200 milioni di euro (100 milioni per ciascuno degli anni 2014 e 2015). Inoltre, si prevede di aumentare il Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli di 241,4 milioni di euro (19,6 nel 2014; 16,6 nel 2015; 63,6 nel 2016; 39,9 nel 2017; 46,1 per ciascuno degli anni 2018 e 2019 e 9,5 milioni per l’anno 2020).

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti