26 Maggio 2024, domenica
HomeMondoPrincipesse saudite figlie di re Abdullah prigioniere da 13 anni chiedono aiuto

Principesse saudite figlie di re Abdullah prigioniere da 13 anni chiedono aiuto

Sono prigioniere nella loro sfarzosa villa reale da 13 anni. E’ quello che sostengono due principesse saudite, figlie di re Abdullah, che per denunciare la loro condizione e chiedere aiuto hanno contattato con e-mail e telefonate il Sunday Times. Le principesse Sahar, di 42 anni, e Jawaher di 38, spiegano di vivere una condizione di vera e propria prigionia, completamente isolate nella loro villa di Jeddah, tagliate fuori dal mondo.

”Passiamo i nostri giorni tentando di rimanere a galla. Facciamo lavori in casa, ci prendiamo cura dei nostri animali domestici, cuciniamo, leggiamo”, scrivono le due donne nella email, mentre Sahar spiega inoltre che il re, che ha almeno 38 figli da diverse mogli, ha dato mandato a tre dei loro fratellastri di controllarle.

Il giornale britannico riferisce anche come la madre delle due donne, Alanoud Alfayez, che ha divorziato dal sovrano saudita e vive a Londra, si e’ rivolta all’Onu per far presente la condizione delle figlie, parlando anche della sofferenza di Hala e Maha, altre due sorelle di 39 e 41 anni, che vivono a loro volta isolate in altre due ville, sottolineando che Hala soffre anche di anoressia e problemi psicologici e che e’ riuscita a contattare la madre dopo due anni di silenzio.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti