27 Maggio 2024, lunedì
HomeNewsL’infanzia cammina con la moda

L’infanzia cammina con la moda

Per conquistare i bambini oggi non basta più solo la qualità, o un plantare. Bisogna anche essere di moda. di qui si spiega il percorso che ha portato Balducci, storica azienda di calzature che nel 2014 festeggia il suo ottantesimo compleanno, a puntare anche sullo stile fashion per le scarpe dei più piccoli.

La strategia è in linea con la tendenza dei grandi brand a lanciare collezioni ad hoc per la moda infantile, un settore che ha come massima vetrina in Italia il salone fiorentino Pitti Bimbo e stuzzica gli appetiti dei grandi mercati. Un esempio è anche la recente acquisizione dal gruppo di Hong Kong Dragon Crowd Enterprise del marchio da bimbi Gusella, nato come brand di calzature per l’infanzia.

L’obiettivo di Balducci per quest’anno è mantenere la leggera ripresa che ha caratterizzato il 2013 (il fatturato è stato di 12 milioni di euro circa), potenziando la presenza nei mercati esteri dove è particolarmente apprezzato il made in Italy, e che rappresentano il 30% del giro d’affari.

Le origini di Balducci, azienda guidata ancora oggi dalla famiglia che l’ha fondata, risalgono al 1934 quando a Monsummano Terme, in Toscana, Marino Rossi e la moglie iniziano a produrre le prime calzature, in un piccolo laboratorio artigianale. «L’azienda si è poi evoluta negli anni 60 e 70, specializzandosi nella produzione di calzature correttive perché il mercato lo richiedeva e i medici e gli ortopedici pediatri credevano molto nelle scarpe ortopediche per tutti i bambini», racconta Isabella Balducci, nipote dei fondatori e presidente dell’azienda. «È stato in quel periodo che Balducci ha avuto un boom, poi intorno agli anni 80 questo mercato ha cominciato a diminuire fino a scomparire quasi del tutto». Ecco così la riconversione verso una produzione di calzature più orientate alla moda, sempre però nel rispetto dell’anatomia del piede del bambino.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti