21 Maggio 2024, martedì
HomeNewsAbruzzo, il governo impugna due leggi regionali

Abruzzo, il governo impugna due leggi regionali

Il goveno impugna due leggi regionali dell’Abruzzo, la numero 6 del 4 gennaio del 2014 , “Iniziative a favore del centro regionale di audiologia e norme per la formazione di massaggiatore e di capo bagnino degli stabilimenti idroterapici.”e la numero 5 della stessa data, “ Interventi regionali per la promozione delle attività di cooperazione allo sviluppo e partenariato internazionale.” Per la prima, il consiglio dei ministri riunito oggi a palazzo Chigi ha ravvisato “alcune disposizioni” che “ in materia sanitaria contrastano con i principi fondamentali in materia di tutela della salute e di professioni, nonché di coordinamento della finanza pubblica, in violazione dell’art. 117, terzo comma, della Costituzione. Per la seconda, invece, il comunicato diffuso al termine della riunione parla di “alcune disposizioni” che “prevedendo interventi di cooperazione internazionale, incidono sulla competenza esclusiva statale in materia di politica estera, in violazione dell’art. 117, secondo comma, lett. a) della Costituzione”. Insomma, una bocciatura pesante per i due provvedimenti adottati dalla giunta guidata dal governatore Giovanni Chiodi, mentre per le altre 17 leggi regionali e delle province autonome non sono stati riscontrati problemi tali da indurre il governo a impugnarli.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti