20 Settembre 2021, lunedì
Home Italia Economia Previdenza: cresce la pressione sul welfare europeo

Previdenza: cresce la pressione sul welfare europeo

I pensionati europei se la passano ancora relativamente bene, ma cresce la pressione sui sistemi previdenziali nazionali esercitata da crisi economica e invecchiamento demografico. Natixis Global Asset Management ha stilato il Global Retirement Index 2014, una classifica sulla sicurezza finanziaria post-pensionamento e la possibilità per risparmiatori e investitori di raggiungere le proprie necessità e aspettative dopo la pensione in 150 Paesi. Lo studio si basa su criteri come la qualità del sistema sanitario, i redditi e le finanze personali, la qualità della vita e i fattori socio-economici.

ITALIA NELLA TOP 30 – I pensionati che se la passano meglio sono europei. Nella top ten dell’Index rientrano otto paesi del Continente, cioè Svizzera, Norvegia, Austria, Svezia, Danimarca, Germania, Finlandia e Lussemburgo (i restanti sono Australia e Nuova Zelanda). Rispetto all’anno scorso se la cavano meglio gli irlandesi, saliti dal quarantottesimo al ventiquattresimo posto e gli islandesi che si posizionano all’undicesimo posto rispetto al ventitreesimo dell’Index 2013. L’Italia è scesa di due posizioni (dalla 21 alla 23), seguendo il trend di altre nazioni sviluppate come gli Stati Uniti (passati dal diciottesimo al diciannovesimo posto) o la Francia (dal decimo al quindicesimo posto).

ALTA PRESSIONE – L’Italia si caratterizza per un’aspettativa di vita alta, costi per la spesa sanitaria relativamente bassi, un elevato numero di medici pro capite e un buon posizionamento nel sub-indice Qualità della vita, con bassi livelli di inquinamento e un forte impegno a favore dell’ambiente. Dallo scoppio della crisi finanziaria, variabili e fattori macro-economici hanno aumentato la pressione sul sistema previdenziale pubblico, tanto che i futuri pensionati dovranno iniziare a pianificare oggi per far fronte a questi cambiamenti.

PREVIDENZA PREVIDENTE – «Ritengo che i risparmiatori – spiega Antonio Bottillo, Amministratore Delegato per l’Italia di Natixis Global AM – debbano partire dalla definizione di un personale percorso che consideri i propri obiettivi, il rendimento atteso e il livello di rischio che si è disposti ad assumere. Invece di preoccuparsi per i movimenti di breve termine che caratterizzano i mercati, gli investitori dovrebbero rimanere concentrati su quelli che sono i loro obiettivi e sul rischio che è necessario assumersi per raggiungerli».

Sponsorizzato

Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA: al via le riprese di “sartu’ ” la sitcom che coniuga comicità e cucina

Maurizio Mattioli ed Enzo Salvi, esilaranti protagonisti dell’”Italian Comedy” sono i brillanti interpreti di Sartu’, un nuovo format televisivo prodotto dalla “MAX...

Putin, Russia Unita conferma la sua leadership

Il presidente russo Vladimir Putin stima "positivamente" il risultato elettorale del suo partito Russia Unita nelle legislative svoltesi tra venerdì a domenica....

Al via da oggi con la terza dose. In Israele, l’efficacia torna al 95%

L'Italia parte oggi con la terza dose per le persone immunocompromesse, trapiantati e malati oncologici con determinate specificità, circa tre milioni di...

Alitalia pubblica il bando per la cessione del marchio

Parte la gara per la cessione del brand Alitalia. La società in amministrazione straordinaria ha infatti pubblicato su diversi quotidiani l'invito agli...

Commenti recenti