22 Giugno 2024, sabato
HomeNewsNel 2014 soccorsi oltre 5mila immigrati al largo della Sicilia

Nel 2014 soccorsi oltre 5mila immigrati al largo della Sicilia

Dall’inizio dell’anno al 3 marzo sono stati soccorsi 5.611 migranti. Il dato e’ stato fornito da Giovanni Pinto, direttore generale dell’immigrazione del ministero dell’Interno, nel corso di un’audizione davanti al Comitato Schengen. Si tratta di soccorsi avvenuti in prevalenza attraverso l’operazione della Marina Militare denominata ‘Mare Nostrum’. Su 5.611 soccorsi, ben 5.507 sono avvenuti al largo della Sicilia, 80 in Puglia e 24 in Calabria. Le zone di provenienza, ha spiegato

Pinto, “vanno dal deserto sahariano, all’Africa occidentale. Ci sono anche pachistani e afghani. Tutti utilizzano esclusivamente la Libia come base di partenza. La presenza di stranieri di aree geografiche cosi’ diverse dimostra che siamo in presenza di organizzazioni criminali sempre piu’ sofisticate. A questo si aggiunga che la Libia ha un nuovo periodo di instabilita’ e quindi e’ difficile instaurare un rapporto di collaborazione”. Il direttore generale dell’immigrazione del Viminale ha inoltre spiegato che, in base alle informazioni in possesso, attualmente in Libia ci sono tra i 700mila e gli 800mila stranieri che potenzialmente potrebbero partire verso l’Europa. “In materia di accoglienza – ha sottolineato – i posti a nostra disposizione sono esauriti e le risorse sono ridotte.

L’ipotesi e’ quella di creare ulteriori 6.000 posti tra cui l’ampliamento del Centro di Mineo, in Sicilia” Pinto ha inoltre riferito che nel corso del 2013 sono stati utilizzati 140 voli dall’Italia per l’espulsione di 2.024 persone, tunisini ed egiziani; altri nove voli charter per 202 espulsioni e altri 943 voli per 1.129 espulsioni. Nei primi mesi del 2014 si sono già avuti 13 voli charter per espulsioni verso Egitto e Tunisia, e altri 133 per 147 espulsioni.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti