24 Maggio 2024, venerdì
HomeItaliaEconomiaLe imprese familiari (medio-grandi) continuano a dare lavoro

Le imprese familiari (medio-grandi) continuano a dare lavoro

La medio-grande impresa familiare resiste meglio alla crisi e continua a dare lavoro. E’ quanto emerge dalla quinta edizione dell’Osservatorio Aub su tutte le aziende familiari italiane con ricavi superiori a 50 milioni, promosso da AIdAF, UniCredit, Cattedra AIdAF-Alberto Falck di strategia delle aziende familiari dell’Università Bocconi e Camera di commercio di Milano. Alla fine del 2012 il 58% delle aziende medio-grandi era a controllo familiare, una percentuale in leggera crescita rispetto al 57,4% dell’anno precedente. I dati hanno confermato che le aziende familiari hanno incrementato il numero dei dipendenti nel corso della lunga crisi: dal 2007 al 2012 l’occupazione è aumentata del 5,7%. A confermare la resilienza della forma proprietaria familiare, solo l’8,3% delle imprese familiari, nel lungo periodo di crisi, è stato interessato da discontinuità quali cessione del controllo, fusioni e liquidazioni. Dopo aver risposto meglio delle altre aziende ai primi segnali di ripresa nel biennio 2010-2011, le aziende familiari hanno registrato una contrazione dei ricavi superiore alla media nel difficilissimo 2012: -2,8% contro -1,3% ma il dato delle altre imprese è influenzato dalla crescita (+4,7%) delle aziende statali, che sembrano godere di una certa protezione dalla crisi. Non tutte le altre tipologie fanno meglio delle familiari: le multinazionali registrano infatti un -2,9% e le aziende controllate dal private equity -4,2%.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti