5 Marzo 2024, martedì
HomeNewsScompaiono i figli naturali

Scompaiono i figli naturali

Scompare il figlio naturale: dal 7 febbraio 2014 la riforma del diritto di famiglia diventa operativa. Il dlgs 154/2013, intitolato alla revisione delle disposizioni sulla filiazione, attua la legge delega 219/2012 ed equipara la posizione dei figli nati fuori dal matrimonio a quella dei figli nati nel matrimonio. Un solo tipo di figlio, dunque, anziché due, un solo regime giuridico e niente disparità di trattamento nelle successioni. Anche se si tratta di una legge che certamente emancipa una categoria obiettivamente messa in secondo piano in molti istituti giuridici, non sono mancati alcuni spunti critici, soprattutto con riferimento alle ricadute in caso di separazione dei genitori. Secondo alcuni si registrerebbe un passo indietro rispetto alla regola dell’affidamento condiviso, o meglio la riforma relegherebbe definitivamente le bigenitorialità nell’astrattezza delle norme e non consentirebbe un’inversione di tendenza contro una prassi che avrebbe ridotto ai minimi termini la possibilità per entrambi i genitori separati di esercitare pienamente il proprio ruolo. In ogni caso la riforma non riguarda solo gli ex figli naturali, ma ridisegna la disciplina della filiazione nel suo complesso. In questo ambito si colloca l’abbandono della potestà genitoriale, che cede il passo alla responsabilità genitoriale.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti