23 Febbraio 2024, venerdì
HomeNewsConfesercenti: nel 2013 hanno chiuso i battenti 1.800 hotel

Confesercenti: nel 2013 hanno chiuso i battenti 1.800 hotel

“Il 2013 èstato l’ennesimo anno di crisi per il turismo italiano con la boccata d’ossigeno estiva, grazie alla piccola ripresa degli arrivi e della spesa dei turisti stranieri, che a settembre si è già esaurita”. Questa l’analisi di Assohotel, l’associazione di categoria di Confesercenti, che punta il dito contro “tasse e tariffe, che continuano a soffocare le imprese del settore ricettivo”.  “Su di esse”, spiega Assohotel, “la pressione fiscale e contributiva prevista per il 2014 sarà del 67,5%, quasi il 24% in più della media Ue e il 2% in più di quella italiana. Ma pesano anche gli aumenti delle tariffe locali (+18,9% rispetto al 2011), in particolare per quanto riguarda la fornitura elettrica, per la quale un albergo medio nel 2013 ha pagato 5.221 euro in più rispetto al 2011”. Secondo l’associazione degli albergatori, “la questione fiscale, combinata al prolungato calo dei flussi di turisti italiani, ha portato a chiudere il 2013 in rosso: le imprese del comparto ricettivo hanno registrato una contrazione media del 5% del fatturato e oltre 1.800 chiusure in 12 mesi, per un saldo negativo di 690 unità”.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti