29 Febbraio 2024, giovedì
HomeNewsCompliance a tutto gas

Compliance a tutto gas

Compliance avanzata per attirare i capitali esteri. Perché l’attuale sistema fiscale «non è appetibile agli investitori stranieri, ma nemmeno a quelli italiani». L’Agenzia delle entrate è al lavoro per definire i primi passi del nuovo regime di adempimento collaborativo. Il progetto, lanciato nel giugno scorso, costituirà l’evoluzione del tutoraggio, spostando i controlli tributari da un momento ex post a una fase ex ante. Ad affermarlo Attilio Befera, direttore delle Entrate, intervenuto ieri a Milano all’annuale convegno Assolombarda-Assonime. «Abbiamo ricevuto 84 domande di partecipazione volontaria al progetto pilota di compliance avanzata», spiega Befera, «circa la metà da gruppi italiani. Ci stiamo confrontando attraverso incontri bilaterali con le 14 imprese del campione che hanno istituito sistemi interni di controllo del rischio fiscale. L’obiettivo è individuare le best practice e finalizzare un documento di sintesi entro aprile». Il regime di adempimento collaborativo servirà per «rispondere alle legittime richieste di certezza e stabilità provenienti dalle aziende».

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti