29 Febbraio 2024, giovedì
HomeNewsMarò, Napolitano attacca l'India: gestione sconcertante

Marò, Napolitano attacca l'India: gestione sconcertante

“Tornerete con onore”. Così il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, si è rivolto nel corso di una telefonata a Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i fucilieri imprigionati in India con l’accusa di avere ucciso due pescatori indiani mentre erano in mission e antipirateria a bordo di un mercantile italiano. Il  capo dello stato, secondo quanto riferisce una nota del Quirinale, «ha condiviso l’impegno a dare il massimo rilievo politico internazionale a una vicenda gestita finora dalle Autorità indiane in modi contraddittori e sconcertanti». Il presidente ha parlato con un comunicato ufficiale al termine dell’incontro con la delegazione parlamentare di ritorno in Italia dopo avere fatti visita ai due militari in India. La nota specifica che «il Capo dello Stato proseguirà e intensificherà i contatti già stabiliti sul tema con i Capi di Stato di Paesi amici, presso i quali ha già incontrato attenzione e comprensione per questo caso doloroso», dice ancora la nota. Prima della visita al Quirinale, deputati e senatori avevano incontrato il premier Enrico Letta, che si è impegnato a proseguire “i contatti sul piano europeo e internazionale per sensibilizzare i partner dell’Italia su una questione che vede tutta la comunità nazionale al fianco dei due marò e delle loro famiglie”. Un impegno confermato dal vicepremier e ministro dell’Interno Angelino Alfano, ched ha affermato: “Il governo non si rassegnerà a una brutta fine dei marò e fino a quando avremo fiato in gola noi faremo in modo di riportarli a casa”.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti