22 Febbraio 2024, giovedì
HomeNewsEmendamenti alla legge di stabilità

Emendamenti alla legge di stabilità

euroIn questi giorni alla Camera andrà in votazione la legge di stabilità. Gli emendamenti presentati direttamente dall’On. Giorgio Zanin, oltre a quelli presentati congiuntamente dal gruppo PD in commissione, sono quattro e derivano in larga misura da spunti giunti direttamente dal territorio pordenonese, anche se la loro valenza, qualora venissero approvati, non è certamente solo locale.

Un primo emendamento prevede l’esclusione delle Aziende per i Servizi alle Persone (ASP) dall’applicazione del patto di stabilità, considerando il fatto che esse possono essere annoverate tra le “aziende speciali e
istituzioni che gestiscono servizi socio-assistenziali”.

Un secondo emendamento, collegato alla materia dell’election day, punta a liberare le scuole dalle conseguenze delle giornate elettorali. L’interruzione del servizio scolastico infatti, oltre a danneggiare l’utenza in modo diretto, genera certamente conseguenze di carattere economico, dal momento che le famiglie sono costrette a cercare soluzioni per la gestione dei figli minori.

Un terzo emendamento, coordinato con l’azione rivolta dal presidente di Confartigianato Silvano Pascolo e dal presidente della CCIAA Giovanni Pavan, che punta a modificare la disposizione che istituisce un fondo nazionale presso l’Unioncamere in cui confluiscono parte delle risorse del diritto annuale versato dalle imprese a ciascuna Camera di commercio, impedendo di fatto che le rappresentanze locali possano operare autonomamente scelte a beneficio del proprio territorio.

Il quarto emendamento infine, legato al settore agroalimentare, punta a sgravare parzialmenta la contribuzione prevista per le microimprese, che spesso operano in settori di nicchia da tutelare e valorizzare.

Trasmesso e pubblicato

Ufficio Stampa

on. Giorgio Zanin

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti