26 Febbraio 2024, lunedì
HomeItaliaEconomiaRyanair tende una mano ad Alitalia, che dice però no grazie

Ryanair tende una mano ad Alitalia, che dice però no grazie

Ryanair cresce su Roma Fiumicino e propone ad Alitalia un accordo di collaborazione sui voli interni. Ma la compagnia di bandiera dice no, grazie: Alitalia «possiede una sua strategia, un suo Piano Industriale, una sua flotta e propri equipaggi che le consentono di avere i necessari flussi di traffico per alimentare i collegamenti internazionali e intercontinentali in partenza da Fiumicino». «Ogni settimana», scrive in una nota la compagnia, rimandando al mittente la proposta, «Alitalia fa decollare e atterrare a Fiumicino oltre 2400 voli collegando lo scalo romano con 78 destinazioni. I prezzi annunciati da Ryanair per i suoi nuovi voli da Fiumicino verso Catania, Palermo e Lamezia sono sostanzialmente in linea con quelli che già oggi Alitalia offre per gli stessi collegamenti. Ryanair ha annunciato per queste nuove rotte prezzi a partire da 49 euro sola andata. Alitalia già oggi offre per questi stessi collegamenti prezzi a partire da 52 euro sola andata: pochi euro di differenza per quanto riguarda il prezzo, ma un servizio, quello di Alitalia, completamente diverso e di maggior valore per il cliente». Infine, la stoccata definitiva: «Spiace, infine, notare che, in tutti i Paesi avanzati, nei principali hub si evita la convivenza fra l’hub carrier e i vettori low cost che, non a caso, trovano spazio e operano in piccoli aeroporti lontani decine di chilometri dalle città».
Ryanair aveva appena annunciato di aver assegnato sei aeromobili a una nuova base all’aeroporto di Roma Fiumicino e di aver lanciato tre nuove rotte domestiche nel Sud Italia con numerosi voli giornalieri per Catania (5 al giorno), Palermo (4 al giorno) e Lamezia Terme (2 al giorno). I sei nuovi velivoli operativi a Fiumicino, spiega la compagnia low cost, offriranno voli business giornalieri per Bruxelles e Barcellona. La decisione è stata presa nell’ambito della strategia di trasferimento nei prossimi dodici mesi di molte rotte domestiche da Ciampino a Fiumicino, che diventerà il suo maggiore scalo per i voli domestici da e per Roma. Si libereranno così slot su Roma Ciampino, permettendo a Ryanair di aggiungere altri voli internazionali alla sua programmazione sul secondo scalo romano. Ryanair ha anche confermato che aumenterà queste frequenze giornaliere se Alitalia le taglierà. Proprio alla compagnia italiana, Ryanair ha teso una mano, offrendo di usare i propri voli a tariffe basse (ad esempio, 50 euro sola andata) per riempire la rete internazionale di Alitalia da e per Roma Fiumicino. Questo permetterebbe ad Alitalia di ridurre in modo significativo i costi del traffico su queste rotte domestiche a Roma Fiumicino. Ryanair ha anche richiesto un incontro con Alitalia per esaminare qualsiasi altra opportunità che possa esserci per collaborare e assistere Alitalia nella sua attuale ristrutturazione. “Ryanair garantirà che i collegamenti verso Roma e il Nord Italia verranno mantenuti anche se i piani di Alitalia dovessero ridurre la capacità sulle rotte domestiche” ha affermato Michael Cowley, deputy ceo dell’aviolinea irlandese. “Speriamo che Alitalia vorrà prendere in considerazione la nostra offerta di collaborazione, poiché crediamo che i nuovi voli domestici di Ryanair a tariffe basse per Fiumicino possano assistere in modo significativo Alitalia durante la ristrutturazione che è necessaria per recuperare la sua profittabilità e assicurare un futuro al maggior numero possibile di dipendenti Alitalia. Ryanair crede che offrendo ad Alitalia di riempire l’hub internazionale di Fiumicino e cercando opportunità per lavorare insieme e assistere Alitalia nella sua ripresa, possiamo aiutare i nuovi investitori e il management di Alitalia a un ritorno di profittabilità e affidabilità della compagnia aerea”.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti