25 Febbraio 2024, domenica
HomeItaliaEconomiaSnapchat, messaggi e foto distrutti per sempre dopo 10 secondi

Snapchat, messaggi e foto distrutti per sempre dopo 10 secondi

Messaggi e foto, anche osé, vengono distrutti 10 secondi dopo la lettura. Questo il “servizio” offerto dall’applicazione Snapchat. Un’app molto amata dagli adolescenti, che così possono conservare i propri segreti. App che nemmeno Mark Zuckerberg di Facebook vorrebbe farsi sfuggire, tanto da aver offerto ben 3 miliardi di dollari a Evan Spiegel e Bobby Murphy, i due giovani inventori. Un’offerta che ha ricevuto un “no” come risposta.
Snapchat permette di inviare foto e messaggi agli amici solo per un certo numero di secondi, poi la visibilità viene annullata. Caratteristica che ha fatto alzare l’allarme ”sexting” fra i giovanissimi, cioè l’invio di foto e post a luci rosse. Snapchat è stata creata nel 2011 ed è cresciuta in popolarità tanto che col servizio vengono inviati dai 30 ai 50mila messaggi al giorno.
L’avventura dei suoi creatori nel 2011 e ora la loro creatura fa gola a molti. Non solo a Facebook, che ha addirittura offerto più di quanto speso per Instagram nel 2012, ma anche ad altri giganti della Silicon Valley e a diverse aziende estere. Come la Tencent Holdings, sito di e-commerce cinese che avrebbe messo sul tavolo ben quattro miliardi di dollari.
E non è difficile immaginare che è proprio per questo che Spiegel e Murphy abbiano detto ‘no’ al guru dei social network Mark Zuckerberg: perché la percezione è che Snapchat, a cui lavorano non più di 50 dipendenti sistemati in un grande bungalow con vista mare a Venice, in California, possa valere molto di più. Perché l’applicazione creata dai due ragazzi californiani ha un successo crescente. Gli utenti aumentano, soprattutto tra gli adolescenti e, si spera, anche la quotazione.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti