25 Febbraio 2024, domenica
HomeItaliaEconomiaAddetti alla privacy in azienda

Addetti alla privacy in azienda

Le imprese dovranno dotarsi di un Data profession officer, un responsabile della protezione dati personali. I colossi informatici invece avranno a che fare con nuove regole uniche europee, che porranno un argine (e sanzioni) alla loro impunibilità nel trattamento dati. Anche le p.a. dovranno rispettarne i limiti, Agenzia delle entrate inclusa. Nell’utilizzo dei dati, il grande fratello fiscale non potrà sfondare il recinto della lotta all’evasione. La commissione libertà civili, giustizia e affari interni dell’Europarlamento, competente nel merito, ha finalmente approvato un testo per il regolamento generale sulla protezione dei dati. I negoziati sono stati lunghi, con 90 compromessi raggiunti su oltre 4 mila emendamenti presentati. Adesso l’Europarlamento è in attesa della posizione del Consiglio per poter avviare i negoziati (detti «triloghi informali») e cercare di approvare il testo entro la fine di questa legislatura, cioè entro maggio. A spiegarlo a ItaliaOggi sono i relatori al provvedimento, il tedesco Jan Philip Albrecht (Verdi) che ha condotto un vero e proprio tour de force sul testo e Laura Comi (Ppe) relatore ombra per l’Italia, componente del team europarlamentare che lavora al tema.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti