15 Aprile 2024, lunedì
HomeNewsDon Puglisi nella ‘sua’ Palermo Reliquia esposta per i fedeli

Don Puglisi nella ‘sua’ Palermo Reliquia esposta per i fedeli

Padre Pino Puglisi, il sacerdote ucciso dalla mafia il 15 settembre 1993, è tornato a Brancaccio, il quartiere palermitano dove è vissuto e dove è stato barbaramente assassinato. La reliquia del parroco, beatificato il 25 maggio scorso è giunta all’istituto comprensivo statale intitolato a lui. Poi la processione fino alla parrocchia San Gaetano dove l’arcivescovo Paolo Romeo ha celebrato la Messa. Alle 21 un momento di preghiera. La reliquia del parroco, beatificato il 25 maggio, rimarrà in esposizione fino alle 17 di martedì pomeriggio.

Ha speso la sua vita per diffondere la legalità in quartieri molto difficili di Palermo. E la forza del suo messaggio ha dato cosi’ tanto fastidio alla mafia che il giorno del suo compleanno lo ha ucciso. La figura di don Pino Puglisi e’ senza dubbio una delle piu’ importanti della storia del nostro Paese dal 1990 ad oggi. Un messaggio che pero’ e’ giunto a destinazione visto che il giorno in cui e’ stato fatto Beato, nella scorsa primavera, al Foro Italico di Palermo c’erano 80.000 persone. E la sua reliquia e’ tornata a casa, a Brancaccio. Per l’occasione, ”Start, la notizia non puo’ attendere” sara’ a Brancaccio con l’inviata Arianna di Giorgio, per raccontarci i cambiamenti frutto della testimonianza di don Puglisi. Quindi in Puglia, sulle tracce della lotta per la legalità, accompagnati da Giuseppe Gatti, sostituto procuratore della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari che, con il giornalista Gianni Bianco, ha scritto “La legalita’ del noi. Le mafie si sconfiggono solo insieme”

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti