13 Aprile 2024, sabato
HomeItaliaEconomiaConti scudati fuori anagrafe

Conti scudati fuori anagrafe

Un algoritmo per escludere i conti scudati dalle elaborazioni della super-anagrafe dei rapporti finanziari, che ieri ha visto affluire dagli intermediari la gran parte dei dati per l’anno 2011. Un semplice “bit” informatico da aggiungere a tutti gli altri elementi identificativi (intestatario del conto, saldi, totale movimenti) che consentirebbe di non considerare, in sede di predisposizione delle liste selettive di contribuenti, i rapporti accesi in occasione di uno dei quattro scudi fiscali e ancora secretati. È questa la richiesta di alcune associazioni di intermediari che, secondo quanto risulta a ItaliaOggi, l’Agenzia delle entrate sta valutando con attenzione. Il dl n. 350/2001, come pure gli omologhi dl n. 282/2010 e 78/2009, ha previsto infatti l’applicazione di uno speciale regime di riservatezza per i rapporti accesi presso banche e fiduciarie a seguito della procedura di emersione degli asset mantenuti all’estero in violazione delle norme sul monitoraggio fiscale. In applicazione di tale principio gli intermediari (pur dovendone comunicare l’esistenza) non sono tenuti a rispondere a eventuali richieste di informazioni circa i contenuti del rapporto. E il contribuente può opporre la riservatezza in caso di verifica, ferma restando la possibilità di esibire la relativa dichiarazione riservata attestante l’utilizzo dello scudo. Con le istruzioni per la compilazione del tracciato record della nuova comunicazione integrativa prevista dal dl n. 201/2011 le Entrate hanno richiesto l’invio di saldi e movimentazioni anche dei conti scudati.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti