6 Maggio 2021, giovedì
Home Italia Economia Finanziamenti ai comuni fino a 300.000 euro per centri di raccolta dei...

Finanziamenti ai comuni fino a 300.000 euro per centri di raccolta dei rifiuti

Con il decreto dirigenziale n. 23 del 9 ottobre 2013 è stato adottato il bando di attuazione della delibera di giunta della Regione Campania che ha stanziato 10.000.000 di euro per finanziare la realizzazione e l’ampliamento di centri di raccolta comunali, ovvero di associazioni di comuni, a supporto della raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Le risorse sono state racimolate tra le rimanenze destinate alla attuazione Obiettivo operativo 1.1 “Gestione integrata del ciclo dei rifiuti” del POR FESR  Campania 2007/2013.

I soggetti abilitati alla presentazione delle proposte sono i comuni della Campania, in forma singola o associata.

L’ammontare dei finanziamenti concedibili è subordinato alla tipologia di intervento da realizzare nonché dal bacino di utenza del centro di raccolta, e comunque nella misura indicata nella tabella riportata nel bando scaricabile in fondo alla pagina voce “documenti da scaricare”.
Per il finanziamento dei nuovi centri di raccolta non potrà
essere superiore ad euro 300.000 per progetti con bacino d’utenza superiore a 30.000 abitanti.
Per quanto attiene l’ampliamento di centri di raccolta già esistenti, il finanziamento non potrà superare euro 150.000 per progetti con bacino d’utenza superiore a 30.000 abitanti.

Il quadro economico dell’intervento dovrà presentare la seguente articolazione di costo complessivo:

  1. lavori a misura, a corpo, in economia, ivi compresa la spesa per la fornitura di beni prevista dal progetto;
  2. somme a disposizione della stazione appaltante per: lavori in economia, previsti in progetto ed esclusi dall’appalto, rilievi, accertamenti e indagini, allacciamenti ai pubblici servizi, acquisizione di aree o immobili, spese tecniche relative alla progettazione, alle necessarie attività preliminari, nonché al coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, alle conferenze di servizi, alla direzione lavori e al coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione, assistenza giornaliera e contabilità, assicurazione dei dipendenti, spese per attività di consulenza o di supporto, spese per commissioni giudicatrici, spese per pubblicità e, ove previsto, per opere artistiche, spese per accertamenti di laboratorio e verifiche tecniche previste dal capitolato speciale d’appalto, collaudo tecnico amministrativo, collaudo statico ed altri eventuali collaudi specialistici,IVA ed eventuali altre imposte;

La domanda di partecipazione dovrà pervenire alla Regione Campania entro le ore 12.00 del 13 novembre 2013.

 

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Elisa Isoardi: “Ecco perché all’Isola non mi sono messa subito in bikini…”

Il dettaglio non era sfuggito ai telespettatori dell’ isola dei famosi  e ai fan di Elisa Isoardi: tra le concorrenti più attese di...

Recovery, il testo del Pnrr pubblicato dal governo.

  E' stato pubblicato sul sito di palazzo Chigi il testo del Pnrr trasmesso dal governo italiano alla Commissione europea, ecco alcune delle...

Addio Nick Kamen, icona degli anni ’80

È morto la scorsa notte, a 59 anni, l’ex modello e cantautore britannico, Nick Kamen. Combatteva dal 2018 contro un brutto male....

L’omicidio di Mario Cerciello Rega, ergastolo per Elder e Hjorth

Una vicenda nata dopo che i due americani, in cerca di droga a Trastevere, avevano rubato lo zaino del facilitatore dei pusher...

Commenti recenti