28 Maggio 2024, martedì
HomeItaliaEconomiaBerlusconi fa dietrofront: sì alla fiducia a Letta

Berlusconi fa dietrofront: sì alla fiducia a Letta

Il governo va avanti. Dopo il via libera del Senato, arriva in serata anche il sì della Camera alla fiducia posta dal premier Enrico Letta. Su 597 votanti, i sì sono stati 435, i no 162. Il semaforo verde a Montecitorio scatta dopo che in tarda mattinata l’Esecutivo ha incassato la fiducia del Senato. A palazzo Madama i sì sono stati 235, 70 contrari e nessun astenuto. «Spero che oggi ci sia un cambio di passo, vero e reale, a partire dalla legge di stabilità», afferma Letta. Nota del Quirinale: «Il Governo – sottolinea Giorgio Napolitano – ha vinto la sfida grazie alla fermezza dell’ impostazione sostenuta dal Presidente del Consiglio dinanzi alle Camere. Il Presidente del Consiglio e il governo non potranno tollerare che si riapra un quotidiano gioco al massacro nei loro confronti».

Un via libera, quello dell’Aula di palazzo Madama, che è giunto dopo l’ennesimo colpo di scena di una giornata frenetica. Con Berlusconi che all’ultimo minuto ha fatto dietrofront e ha annunciato, nella fase delle dichiarazioni di voto, che il Pdl avrebbe votato la fiducia all’Esecutivo.

Nel braccio di ferro che si è consumato all’interno del Popolo della Libertà tra falchi e colombe, i moderati pidiellini guidati dal vicepremier Alfano e dall’ala del partito vicina a Cl hanno espresso una linea politica non conforme a quella di rottura con il Pd dettata – in una prima fase, fino al colpo di scena finale – dal leader. Alla fine il Cavaliere preferisce schierare il Pdl a favore della fiducia all’Esecutivo di larghe intese, una mossa per evitare l’implosione del partito. Ma alla Camera nasce un nuovo gruppo con 26 deputati.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti