25 Febbraio 2024, domenica
HomeItaliaEconomiaBerlusconi ai "domiciliari" a Roma. Caos nel Pdl

Berlusconi ai “domiciliari” a Roma. Caos nel Pdl

Il passaggio a Forza Italia si sta rivelando un grattacapo e la mancata elezione di Daniela Santanchè alla vice presidenza della Camera, andata al pidiellino Simone Baldelli con 274 voti a favore, potrebbe scatenare molto più di un mal di pancia. Berlusconi che cosa fa? Trasferisce la sua residenza a Roma e i maligni, come il sito “il portaborse” che per primo ha riportato la notizia, si scatenano associando la scelta del cavaliere alla probabile decisione di scontare ai domiciliari la pena inflitta al processo mediaset. Troppe cose bollono nel pentolone del Pdl.  Silvio Berlusconi ha tenuto all’ora di pranzo a palazzo Grazioli un vertice con lo stato maggiore del partito. Una riunione necessaria per preparare quella che si terrà alle 19 con i gruppi parlamentari di Camera e Senato. Aria tesa che si aggiunge a quella che si respirava ieri sera a palazzo Grazioli nella riunione tra Silvio Berlusconi e lo stato maggiore del partito per discutere, tra l’altro, della questione del nuovo assetto organizzativo da dare a Forza Italia. Ma il nodo è quello dei ruoli da assegnare. Inizialmente si è ipotizzato un organismo ristretto a cinque persone (Angelino Alfano, Denis Verdini, Sandro Bondi e i due capigruppo Renato Brunetta e Renato Schifani) da affiancare alla presidenza di Silvio Berlusconi. Risultava dunque esclusa Daniela Santanché, che attualmente ricopre il ruolo di responsabile propaganda del Pdl, e che già ha dovuto accettare di farsi da parte nell’elezione a vice presidente della Camera che poi è andata a Simone Baldelli.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti