17 Giugno 2024, lunedì
HomeArte & SpettacoloIl Concertozzo di Elio e le Storie Tese, la prima Woodstock dell’inclusione 

Il Concertozzo di Elio e le Storie Tese, la prima Woodstock dell’inclusione 

A cura di Clara Sardella

In collaborazione con il Trio Medusa, il primo evento musicale al mondo che ha coinvolto, per la somministrazione al pubblico di cibo e bevande, PizzAut e tante altre Associazioni che lavorano con persone autistiche

Migliaia di spettatori all’U-Power Stadium di Monza per la terza edizione de Il Concertozzo allo Stadiozzo, il festival organizzato da Elio e le Storie Tese e Trio Medusa.

Con oltre 8 ore di musica rigorosamente dal vivo davanti a migliaia di spettatori, è andato in scena il primo evento musicale al mondo che ha coinvolto per la somministrazione al pubblico di cibo e bevande, tante Associazioni che lavorano con persone autistiche.

“Siamo contentissimi perché abbiamo dimostrato ancora una volta che riusciamo a essere un passo avanti, inventando una formula che coniuga la musica di qualità, al divertimento e all’utilità sociale. Non vediamo l’ora di inventare altre figate” affermano Elio e le Storie Tese.

“Il Concertozzo, alla sua terza edizione, dimostra di essere un evento live straordinario. È stato un successo di pubblico, sia dal vivo che per la diretta integrale su Radio Deejay. Condividere il Palco con gli Elii, in uno stadio, è qualcosa che poteva accadere solo nei nostri sogni. Ma, come ci insegnano i ragazzi di Pizza Aut, i sogni non si calpestano: si vivono” dichiara il Trio Medusa.

Il concerto speciale e irripetibile di Elio e le Storie Tese è durato oltre due ore e mezza, con l’incursione finale del Trio Medusa, trasmesso in diretta su Radio Deejay.

“Siete protagonisti di un evento sensazionale, la prima volta nel mondo in cui in un festival cibo e bevande sono somministrate da Associazioni che lavorano con ragazzi autistici” ha esordito Elio sul palco. 

Sul palco si sono esibiti anche i vicentini electro-funk I Sordi, la cantante e compositrice Caterina Comeglio, la cantautrice e attrice Chiara l’Altra, il cantautore e polistrumentista Elton Novara, il polistrumentista Carlo Poddighe con il suo progetto “SuperEgo”, il cantautore inventore del Creepy Rock PEPP1, la band rock al femminile Viadellironia, gli eredi illegittimi di Elio e le Storie Tese The Pax Side of the Moon, il cantautore e doppiatore comico-nonsense Fabio Celenza e il duo di performer/cantautori virali  Auroro Borealo e Martelli che ha chiuso il Concertozzino.

Tra le Associazione coinvolte PizzAut di Nico Acampora, SbrisolAut, Tortellante, Gli Sgusciati (Associazione La Tenda), I ragazzi della Luna (gelati), Luna Blu, CESVI.

Il Concertozzo è stato anticipato il 25 maggio da MonzAut, una giornata in Piazza dell’Arengario organizzata in collaborazione con il Comune di Monza e PizzAut in cui si sono alternate personalità e Associazioni per parlare di autismo e autonomia.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti