15 Aprile 2024, lunedì
HomeSaluteCrollo Globale della fertilità: Cosa aspettarci entro il 2100

Crollo Globale della fertilità: Cosa aspettarci entro il 2100

A cura di Ionela Polinciuc

Un nuovo studio pubblicato sulla rivista The Lancet mette in luce un’importante prospettiva: entro il 2100, potremmo assistere a un crollo globale della fertilità con un mondo demograficamente diviso. Secondo i dati del programma di ricerca Grb, ciò potrebbe portare a una significativa riduzione del numero delle nascite nei Paesi più ricchi, mentre si prevede un baby boom nell’Africa subsahariana.

Il tasso di fertilità si è più che dimezzato negli ultimi 70 anni, passando da circa 5 figli per donna del 1950 a 2,2 nel 2021. Si prevede che questo declino continuerà, con oltre tre quarti dei Paesi del mondo che avranno un tasso di fertilità inferiore al livello di sostentamento entro il 2050. La situazione diventerà ancora più critica entro il 2100, con il 97% dei Paesi del mondo che vedrà diminuire la propria popolazione.

Solo sei Paesi avranno un tasso di fertilità superiore al livello di sostentamento, e di questi, la maggior parte si troverà in Africa subsahariana e in Oceania. Paesi come l’Italia, invece, vedranno un continuo declino del tasso di fertilità, con importanti implicazioni per l’economia e la società.

Gli autori dello studio sottolineano che ci troviamo di fronte a cambiamenti sociali senza precedenti nel XXI secolo. Mentre i Paesi più ricchi dovranno affrontare sfide economiche legate a una forza lavoro in calo e a una popolazione sempre più anziana, i Paesi più poveri dell’Africa subsahariana dovranno gestire una popolazione in crescita in ambienti instabili dal punto di vista politico ed economico.

In risposta a queste sfide, sarà necessaria una riorganizzazione delle società, con un aumento degli sforzi per ridurre gli effetti del cambiamento climatico, migliorare le infrastrutture sanitarie e garantire i diritti riproduttivi delle donne. In definitiva, il mondo dovrà adattarsi a una nuova realtà demografica, con implicazioni significative per la salute e il benessere delle future generazioni.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti