30 Novembre 2022, mercoledì
Home News ESSERE O APPARIRE

ESSERE O APPARIRE

Essere è la peculiarità essenziale di ogni individuo, la sua autenticità, la sua intima natura, ciò che si è realmente, mentrel’apparire è la formalità vuota la superficialità, il desiderio di voler essere ciò che realmente non si è.

Viviamo in una società in cui l’immagine è tutto ed ha una valenza maggiore dell’essere, nella quale regna una cultura fatta di modelli ed icone generati dal mondo della pubblicità, dello spettacolo, della televisione e dello sport, in cui si genera un universo standardizzato preconfezionato. L’apparire è così importante che costituisce l’emblema di uno status, derivante spesso da molta insicurezza e solitudine.

Con l’esteriorità si tralascia l’aspetto interiore che viene sottovalutato, soffermandosi solo sulla bellezza e quindi qualità come l’intelligenza, la simpatia, la generosità, l’onestà e la fedeltà passano in secondo piano o del tutto nulle.

A causa di ideali che vengono continuamente mostrati, moltepersone insicure del loro aspetto estetico ricorrono alla chirurgia estetica pur di raggiungere un prototipo di bellezza e per taluni diventa una vera e propria ossessione, preoccupandosidell’impressione che danno agli altri e di un possibile giudizio.Curare il proprio aspetto è anche una forma di rispetto verso se stessi, pertanto migliorarsi rappresenta una qualità della vita, ma indubbiamente l’esagerazione porta al degrado e alla frammentazione di quello che realmente si è.

Apparendo come o meglio di altri, probabilmente fa sentirsi meno soli o credere di essere migliori, persuasi e vincolati ad una maschera in cui ci credere ma in definitiva la vita pone l ‘individuo in condizioni di riflettere e comprendere come effettivamente andrebbe vissuta.

Determinato travestimento conduce a vivere secondo schemi ben definiti, accettati per convenienza, si muta come vogliono i dettami del momento e senza mai avere il coraggio di rifiutarli, ne prendendo in considerazione il malessere e i rischi che implica la tendenza a uniformarsi a tutti i costi a modelli ritenuti vincenti.

Indubbiamente tutte le maschere in mostra sono destinate a modificare l’identità personale, presentando un ‘immagine di sé distorta rispetto alla realtà, in cui tutto è effimero, fragile e di facciata, prodigandosi ad ogni costo pur di permanere protagonisti in un mondo di illusioni.

L’obiettivo è adoperarsi a comprendere che la vera bellezza di ognuno è nell’essere se stessi, nei valori, atteggiamenti e modi di fare e la via del cambiamento conduce a guardarsi dentro, realmente senza avere il timore di abbandonare le maschere, maaccettarsi e amarsi per quello che si è con pregi e difetti, liberi di essere se stessi nella propria originalità e meno influenzabili dal mondo esterno.

Naturalmente consapevoli che la perfezione non esiste,converrebbe dare più valore alla propria essenza rammentando che se l’apparire è la regola, essere rappresenta l’eccezione.

A CURA DI:

DI MAMBRO DOLORES

DOCENTE E PEDAGOGISTA.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Il disturbo post traumatico da stress: testimonianza di una ragazza

A cura di Marilena Lombardi Il disturbo post traumatico da stress (PTSD) è una forma di disagio che si...

Alla scoperta di Praga

A cura di Ionela Polinciuc Considerata una delle città più belle d’Europa. Attraversata dal fiume Moldava, la città si...

Mobbing: la persecuzione psicologica sul lavoro

A cura di: DI MAMBRO DOLORES- DOCENTE E PEDAGOGISTA “Sei un incapace, non andrai da nessuna parte se lavori in questo...

Tragedia Ischia: Adesso indaga la Procura

A cura di Ionela Polinciuc A poche ore dalla tragica e devastante colata di fango e massi che ha...

Commenti recenti