8 Agosto 2022, lunedì
Home News S.O.S Mediterraneo

S.O.S Mediterraneo

“Sempre più plastica in mare”

a cura di Luigi Rubino

Il Mediterraneo è in pericolo. Sono ben 33.800 le bottiglie di plastica al minuto , di cui l’82% è monouso, imballaggi, e sacchetti che vengono scaricati a mare dall’uomo.

Ognuno di questi rifiuti ci mette anni per scomparire del tutto. Le conseguenze sono atroci. Centinaia di esemplari, tra flora e fauna marina, muoiono, soffrono, scompaiono per sempre. L’habitat naturale,  piano piano scompare e con esso l’intero ecosistema.

In base ad alcuni studi effettuati, in un minuto l’equivalente di 500 container  pieni di plastica finisce negli oceani. 

Sul mare Nostrum troviamo livelli altissimi di microplastica. Ben 19 milioni di frammenti su di una soglia di un solo metro quadrato. Sono, inoltre 134 le specie di pesci, tartarughe e mammiferi marini che ingeriscono plastica.

Non possiamo stare a guardare. Il “wwf “ lavora da tempo su diversi fronti: riciclo, produzione, gestione dei rifiuti e ricerca di alternative concrete.  Il miglior suggerimento? L’associazione ecologista  ha intenzione di battersi per rendere l’imposizione plastica una priorità nell’agenda dei Governi del Mondo.

Fondamentale diventano pertanto la Convenzione di Barcellona, le politiche nazionali e dell’UE tra cui i divieti di alcuni tipi di plastica monouso.   Inoltre, da due anni il “wwf Sub”  si sta occupando anche delle cosiddette reti fantasma  nel fenomeno  conosciuto  come “ bycatch” che rientra nella campagna “ GenerAzioneMare,” un progetto che va avanti con la collaborazione del Comando generale del Corpo della Capitaneria di Porto che consente di individuare ed intervenire,  con apposita mappatura,  su tutti i fondali, individuando le reti abbandonate e disperse  in fondo al mare e  che  rappresentano un pericolo costante non solo per i pesci, ma anche per l’uomo stesso.

Le segnalazioni delle reti abbandonate potranno essere segnalate al wwf dai semplici frequentatori del mare, tramite una scheda di segnalazione  che si troveranno  durante le immersioni.  Un’altra scheda l’associazione la realizzata per ulteriori attività che possano minacciare il  Mare Nostrum, la cui rilevazione sarà utile anche per  sollecitare eventuali  interventi della Capitaneria di Porto. Le schede, una volta compilate, dovranno essere spedite all’indirizzo email  di wwf S.U. B  ( sub@wwf.it)

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Oroscopo lunedì 8 agosto 2022

                                   

Oroscopo domenica 7 agosto 2022

                      Ariete (21 marzo-19 aprile)

Oroscopo sabato 6 agosto 2022

                  A CURA DI TELEBLULANOTTE Ariete (21 marzo-19 aprile)

Soverato, “picchiata perché ho chiesto di essere pagata”.

Ha chiesto di essere retribuita per il lavoro prestato come lavapiatti, ma ha ricevuto una vera e propria aggressione fisica con schiaffi...

Commenti recenti