22 Ottobre 2020, giovedì
Home Italia Cronaca L'Auge e l'iniziativa della rete delle università europee

L’Auge e l’iniziativa della rete delle università europee

Il panorama dell’istruzione in Europa sta cambiando. In occasione del vertice di Göteborg del 2017 i leader dell’UE hanno delineato una visione per l’istruzione e la cultura. Nelle sue conclusioni del dicembre 2017, il Consiglio europeo ha invitato gli Stati membri, il Consiglio e la Commissione a portare avanti una serie di iniziative, tra cui:

Prof.Avv. Giuseppe Catapano, Rettore AUGE- Prof.Dott. Cesare Cilvini Tesoriere AUGE

“… rafforzare i partenariati strategici tra gli istituti di istruzione superiore di tutta l’UE e favorire l’emergere, entro il 2024, di una ventina di “università europee” composte da reti di università di tutta l’UE, caratterizzate da un approccio dal basso verso l’alto, che consentano agli studenti di ottenere un diploma combinando gli studi in diversi paesi dell’UE e contribuiscano alla competitività internazionale delle università europee”.

La risposta a questo invito è l’iniziativa delle università europee, frutto della collaborazione tra gli istituti di istruzione superiore, le organizzazioni studentesche, gli Stati membri e la Commissione. Oggi è una delle iniziative bandiera dell’UE, che punta a costruire uno spazio europeo dell’istruzione.

La rete selle università europee sono alleanze transnazionali che diventeranno le università del futuro, promuovendo i valori e l’identità europei e rivoluzionando la qualità e la competitività dell’istruzione superiore in Europa. Per compiere questo importante passo in avanti, la Commissione sta sperimentando diversi modelli di collaborazione tra le università europee con due inviti a presentare proposte nell’ambito del programma Erasmus+. Le alleanze:

  • includeranno partner provenienti da tutte le tipologie di istituti d’istruzione superiore e assicureranno un’ampia copertura geografica in Europa
  • saranno dotate di una strategia a lungo termine coprogettata e orientata alla sostenibilità, all’eccellenza e ai valori europei
  • offriranno programmi di studio incentrati sugli studenti e impartiti congiuntamente in campus interuniversitari, nei quali una popolazione studentesca eterogenea possa sviluppare i propri programmi e sperimentare la mobilità a tutti i livelli di studio
  • adotteranno un approccio orientato alle sfide, in cui studenti, accademici e partner esterni possano collaborare in gruppi interdisciplinari per trattare le questioni più importanti che l’Europa si trova oggi ad affrontare.

l’Università degli studi  popolari di Milano, l’auge hanno contribuito con un progetto alla costruzione delle reti che faranno dialogare e collaborare più strettamente le università europee. Con la Sorbona, la Charles University di Praga e le Università di Copenhagen, Heidelberg e Varsavia, hanno partecipato al bando Università Europee lanciato dalla Commissione Europea.

Lanciato nel quadro del più ampio programma di finanziamenti Erasmus , il bando è considerato una tappa fondamentale nella creazione della European Education Area entro il 2025. E’ il primo passo, rileva la rete in una nota, verso un nuovo modello di cooperazione nella didattica, nella ricerca e nell’amministrazione, con la creazione di un’infrastruttura che possa connettere studenti, ricercatori e membri dello staff. Libertà accademica e parità di accesso alla formazione universitaria sono fra i valori cardine della rete, accanto alla formazione di nuove generazioni di cittadini europei.

Nel gennaio 2019 sei università pubbliche hanno firmato un Memorandum d’intesa e approvato una Dichiarazione d’intenti che definisce gli obiettivi della rete per i tre anni previsti dal bando Erasmus+ ma anche oltre, in una prospettiva di lungo periodo. Quest’ultima si basa su quattro programmi principali focalizzati su salute e cambiamenti demografici nei contesti urbani, l’Europa in un mondo che cambia, le trasformazioni di scienza e società, la biodiversità e l’ambiente sostenibile.

L’Accademia Universitaria degli studi Giuridici Europei(AUGE)  si pone come centro specializzato di ricerca e di aggiornamento nelle discipline giuridiche e in particolare nel diritto civile. L’Accademia, inoltre, di distingue da altre presenti sul territorio per ragioni qualitative , è costituita da un particolare metodo di studio che intende fornire una preparazione solida e duratura basata sul ragionamento sistematico degli istituti di base che solo Docenti di alto livello possono garantire.

I nuovi Corsi che compongono l’offerta formativa dell’Accademia riguardano argomenti di grande interesse per il Professionista ,accessibili da piattaforma online collegandosi al sitowww.accademiauge.com  , nello specifico è possibile formarsi e approfondire i seguenti argomenti : Iva e dogana, Gestore della crisi da sovraindebitamento , Consulente tributario, gli studi legali professionali e deontologia, la nuova privacy negli studi regionali europei 679-16, la nuova privacy negli studi legali, infortunistica stradale, criticità nei contratti bancari e finanziari, processo tributario telematico, come finanziare le start up di un’impresa strumenti ed opportunità.nuove prospettive per un’ edilizia sostenibile, internazionalizzazione di un’impresa, addetto stampa sportivo, organizzazione e gestione degli eventi sportivi, diventa un financial manager certificato.

L’Auge investe per Te nella formazione, approfitta delle offerte formative e investi per accrescere il tuo curriculum professionale!

a cura di Maria Parente

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Mal tempo, confine tra Italia e Francia danni stimati per oltre 200 mila euro

Vi ricordate il maltempo che si registrò all’inizio del mese? Molti giorni in alcune zone venne dato addirittura allerta meteo. Tanti sono...

Covid: riapriranno prossimamente le strutture sanitarie temporanee nei padiglioni della Fiera di Milano e di Bergamo

"Le strutture sanitarie temporanee allestite nei padiglioni della Fiera di Milano e di Bergamo riaprono nei prossimi giorni e garantiranno al sistema...

Sardegna, Solinas annuncia: ”Se nelle prossime ore il numero dei contagi aumenterà ci sarà uno ‘Stop&Go’ di 15 giorni”

La seconda ondata del covid  ha preso alla sprovvista tante regioni, dopo la Campania, Lombardia, Lazio, Liguria, Piemonte anche la Sardegna farà...

Coprifuoco, quel lontano 1943

Sono giorni, ormai, che nel lessico corrente è comparso il termine “coprifuoco” attribuendogli un accezione negativa, perché il pensiero corre al coprifuoco...

Commenti recenti