Crema, ancora dubbi su omicidio di Sabrina

Il 45 enne in carcere con l’accusa di avere ucciso Sabrina Beccalli e di averne distrutto il corpo, davanti al Gip in una stanza del carcere di Cremona avrebbe sostenuto di essersi spaventato e di aver deciso di appiccare l’incendio per distruggere le prove dopo un malore della 39enne dovuto all’assunzione di droga. 
Ma gli investigatori non credono interamente al suo racconto. È con lui che Sabrina, 39 anni, si è incontrata quella notte in cui è poi scomparsa.

Secondo i carabinieri e il magistrato è possibile che Sabrina sia stata uccisa, magari dopo un’aggressione di tipo sessuale, che l’uomo abbia inventato la storia del malore per allontanare da sé l’accusa dell’omicidio volontario, abbia architettato il piano dell’auto e dell’animale bruciato per depistare ulteriormente e che abbia nascosto il cadavere.

Written By
More from Redazione

Papa Francesco, vaccino per il covid: ‘prego che vengano dato a tutti’

Papa Francesco è tornato ancora ha parlare del covid, ma questo volta...
Read More