Conte deciso su riduzione Iva: si emula modello tedesco

Far ripartire i consumi abbassando l’Iva: è questa ipotesi più quotata tra le misure che potrebbero rientrare nel progetto di rilancio che ha preso forma nel corso degli Stati generali dell’economia. L’annuncio lo ha fatto lo stesso presidente del Consiglio Giuseppe Conte: la misura, ha precisato il premier nella conferenza stampa conclusiva, è al momento solo un’ipotesi, anche perché si tratta di una misura «costosa», che va valutata attentamente anche perché proprio l’Italia è tra i paesi europei ad aver speso di più contro la pandemia del coronavirus. 

Una delle idee sul campo da tempo è quella di un passaggio di alcuni beni al 22%, considerati di larghissimo consumo, nella fascia di aliquota ridotta, ma – alla luce dell’impatto economico del lockdown – si ragiona ora anche sulla possibilità di favorire tramite la riduzione alcune filiere particolarmente colpite, come quella del turismo e della ristorazione nei servizi o dell’auto nell’industria. Tema di cui si è ragionato anche in occasione dell’ultima legge di bilancio resta peraltro quello di garantire uno ‘sconto’ sull’Iva per i pagamenti digitali, indicati da sempre dal governo come strada maestra per combattere l’evasione fiscale e recuperare risorse utili proprio alla riduzione delle tasse.

Written By
More from Redazione

Gaza, ancora scontri al confine con Israele: sette palestinesi uccisi, oltre mille feriti

GAZA – Sono ripresi gli scontri al confine tra la Striscia di...
Read More