Napoli, la Compagnia teatrale A Squarciagola debutta con la commedia di Eduardo De Filippo all’Ospedale del Mare

“La voce oltre ogni barriera” è il titolo che da vita ad una commedia teatrale singolare: per la prima volta in Italia e precisamente a Napoli presso l’Ospedale del Mare debuttano in scena pazienti oncologici laringei a cui è stata impiantata una protesi fonatoria a seguito dell’asportazione totale o parziale delle corde vocali. In occasione della celebrazione della festa degli ammalati oncologici laringei, la Compagnia Teatrale a Squarciagola , ha messo in scena e intrattenuto il pubblico presente con “Pericolosamente” commedia breve atto unico di Eduardo De Filippo interpretata  da S.Amen,nel ruolo di Arturo, P.Andolfo , nel ruolo di Dorotea, e a seguire alcune scene tratte da “Natale in casa Cupiello” con la partecipazione dell’attore Raffaele Imparato,protagonista nel ruolo di Ugo nella soap “Un posto al Sole“, nel ruolo di Luca, V. Ramondino nel ruolo di Zio Pasquale, C.Lucariello, nel ruolo di Concetta,G. Granillo nel ruolo di Tommasino.

Non solo teatro, musica ed emozioni fanno da padrone con le esibizioni dei Canti Natalizi del soprano Iesu Giuseppina e lo spazio musicale a cura di I. Fierro, il “Monologo del paziente allettato” interpretato da Alfonso Avallone, infermiere all’interno della struttura ospedaliera, e le poesie interpretate da ex pazienti a testimonianza di quanto la vita sia un dono fondamentale.

Presenti all’evento il Prof. Giuseppe Tortoriello, Direttore  reparto di Otorinolaringoiatria e patologia cervico-facciale dell’ “Ospedale del Mare” di Napoli, l’ingegnere Ciro Verdoliva ,direttore ASL Napoli 1, la Dott.ssa Giuseppina Mirra, presidente Federazione Logopedisti Italiani F.L.I.

La giornata di lunedì 23 dicembre 2019 all’Ospedale del mare di Napoli rimarrà senza alcun dubbio un’impronta che segna il superamento di ogni ostacolo dei pazienti oncologici laringei, fino a qualche anno fa condannati a rimanere senza voce a seguito di asportazione delle corde vocali, mentre oggi i nostri attori ci hanno dato prova di un risultato importante, anche per loro la vita continua e il reinserimento in società non risulta essere un ostacolo insormontabile. ”

a cura di Maria Parente

Written By
More from Redazione