28 Maggio 2024, martedì
HomeItaliaCronaca"Wall of kindness": gentilezza e solidarietà per i meno fortunati

“Wall of kindness”: gentilezza e solidarietà per i meno fortunati

Chi tra voi avrebbe mai pensato all’esistenza di” muri”nati per dare vita a gesti di solidarietà?Sta riprendendo piede in diverse città del mondo e ora anche in Italia l’iniziativa del “wall of kindness”. Già nel 2015 in Iran erano comparsi spontaneamente sui muri di alcune città cappotti e indumenti pesanti per senzatetto e per chiunque fosse in difficoltà, per combattere i rigidi inverni di quelle zone durante il momento più duro della crisi economica. Iniziative simili nel corso degli anni si sono viste in Cina, Indonesia e India. Immagine correlata

Recentemente, in prossimità del Natale, un’agenzia immobiliare di Uppsala, in Svezia, ha creato un wall of kindness all’esterno di uno dei propri uffici, in collaborazione con le autorità locali. Questo lo slogan: “Prendi un cappotto se hai freddo, lascia un cappotto se non lo usi più”. A metà strada fra la solidarietà e il marketing, l’iniziativa dell’agenzia Widerlöv & Co. è diventata ben presto virale e le foto dei cappotti appesi sul muro in mezzo alla strada invasa dalla neve si sono diffuse rapidamente sui social network.

a cura di Gennaro Sannino

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti