17 Giugno 2021, giovedì
Home Italia Cronaca Ecotassa, cosa prevede il piano da 5 miliardi di Fca (che ora...

Ecotassa, cosa prevede il piano da 5 miliardi di Fca (che ora è sotto esame) „Fca, cosa prevede il piano da 5 miliardi “

Ieri Mike Manley, successore di Marchionne alla guida di Fca, ha annunciato che dopo l’approvazione dell’ecotassa il piano di investimenti in Italia sarebbe stato “rivisto”. La notizia ovviamente ha fatto molto rumore mettendo in allarme sindacati e lavoratori del gruppo.

Lo stesso Manley oggi però è tornato sull’argomento spiegando che il piano annunciato lo scorso 29 novembre “resta sul tavolo e non sarà bloccato”. “Lo stiamo rivedendo, lavorando per capire come  adattarlo” allo scenario di mercato “legato alle nuove regolamentazioni”, ha aggiunto l’AD. Nessun commento invece sulle modifiche previste all’ecotassa “fino a quando non sarà completata la revisione”.

Ma che cosa ha in mente in sostanza Fca? Per ora l’azienda italo-americana nicchia. “Sono successe molte cose da quando abbiamo presentato quel piano ad oggi – ha aggiunto Manley a ‘Repubblica’ – Il provvedimento bonus/malus sugli incentivi ha cambiato lo scenario che abbiamo di fronte. Ma il piano non è assolutamente bloccato. Forse lo modificheremo. Ma potremo capire se e come sarà modificato solo quando saranno chiari gli effetti che la nuova legge potrà avere sul mercato”.

Insomma, il piano è sotto esame, forse sarà rivisto, ma solo dopo aver analizzato i dati di vendita del settore auto (e ovviamente dei modelli del gruppo) l’azienda tirerà le conclusioni. I numeri del 2018 però non lasciano ben sperare: sono state 1,9 milioni le auto immatricolate nell’anno appena concluso, in calo del 3,1% rispetto all’anno precedente. Dati negativi anche per l’usato con un -4,4%. Un decremento che ovviamente non è dipeso dall’ecotassa – che entrerà in vigore solo a marzo 2019 – ma il timore è che la misura approvata con la legge di bilancio possa finire per complicare le cose.

I nuovi modelli di Fca

Tra i nuovi modelli annunciati un suv compatto Alfa Romeo che sarà prodotto nello stabilimento di Pomigliano. Il nuovo C-Suv dell’Alfa dovrebbe poggiare sul pianale Giorgio, lo stesso utilizzato su Giulia e Stelvio. A Pomigliano verrà prodotta anche la Panda ibrida.
Nello stabilimento di Cassino dovrebbe entrare in produzione il nuovo Suv Maserati, fratello minore del Levante. lo stabilimento di Cassino si prepara a produrre anche il restyling di Giulia e Stelvio attraverso l’installazione di tecnologia plug ibrida.

Dalla 500 elettrica alla Jeep Renegade ibrida

La nuova 500 elettrica sarà prodotta invece a Mirafiori, mentre a Melfi, dove attualmente è in produzione la 500 x e la Jeep Renegade, ci sarà spazio anche per la versione europea della Jeep Compass e la Jeep Renegade ibrida plug-in. Rinviato a dopo la fine del piano l’addio al diesel. Modena sarà invece sito di produzione di due nuove supersportive Alfa e Maserati. Uscirà invece di scena l’Alfa Romeo 4 C. Insomma, c’è tanta carne al fuoco anche se sui nuovi modelli si sa ancora molto poco.

Se parliamo di vendite il vero tallone di Fca resta l’Europa. Negli ultimi anni il gruppo ha macinato risultati lusinghieri e ben oltre le aspettative nel mercato Nafta (Usa e Canada) che da solo fa più di metà del fatturato, ma nel vecchio continente le vendite non decollano. E se Jeep va a gonfie vele, il rilancio di Alfa Romeo non ha dato i risultati sperati. Anche perché i nuovi modelli tardano ad arrivare.

“Nel 2018 – ha detto Manley a Repubblica – abbiamo fatto il record di vendite di Jeep a livello mondiale con 1,6 milioni di auto immatricolate” e “contiamo di superare il milione di Jeep vendute nei soli Stati Uniti”. Quanto al mercato di casa nostra, “l’Italia è per noi molto importante, è il nostro più grande mercato in Europa. Vendiamo lì poco meno di 500 mila auto all’anno. Soprattutto è il luogo dove abbiamo le radici, una storia lunga più di un secolo”.

 

 

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Salvini: “Chiederò a Draghi stop mascherine all’aperto”

Con l'Italia che si avvia alla zona bianca totale, il Governo è ora alle prese con il nodo principale: l'eventuale proroga dello Stato...

Denise Pipitone, Piera Maggio all’ex pm: “Piano con le segnalazioni”

L'invito della madre della piccola scomparsa 17 anni fa a Mazara del Vallo in Sicilia: “Credo alla buonafede della...

Italia, altri 3. È già agli ottavi

Altra notte azzurra all'Olimpico di Roma. E altro 3-0. L’ Italia sbarca agli ottavi di finale di Euro 2020 con un turno...

COMUNICATO STAMPA

Occhiuto candidato governatore del centrodestra: la soddisfazione di Gallo Il coordinatore provinciale forzista: «Roberto l’uomo giusto al momento giusto»

Commenti recenti