14 Giugno 2021, lunedì
Home Mondo Brexit, agli europei permessi lavoro solo per un anno

Brexit, agli europei permessi lavoro solo per un anno

I visti di lavoro per gli europei saranno temporanei e limitati ad un anno. Per i lavoratori altamente specializzati, che dimostreranno un salario garantito di minimo 30mila sterline all’anno, la durata del visto sarà invece di 5 anni. Queste le indicazioni contenute nel libro bianco sull’immigrazione post-Brexit del governo britannico. Chi arriva per motivi di lavoro dovrà già avere un posto, non potrà entrare in Gran Bretagna per cercarlo. Inoltre chi  arriva con un visto beve non avrà accesso al welfare e non potrà portare con sé i familiari. Tutto questo non si applicherà a chi è già residente in Gran Bretagna prima della Brexit. La soglia minima di 30mila sterline come salario annuale per i cittadini Ue che vorranno entrare nel Regno Unito dopo la Brexit con un visto di lavoro specializzato, inoltre, è “oggetto di ulteriore discussione”. Lo ha detto in un’intervista alla Bbc il ministro britannico dell’Interno Sajid Javid. “Non fisseremo oggi la soglia precisa – ha specificato – Ce ne sarà una ma è importante consultare ascoltare le aziende per trovare quella giusta”.  Questo perché nel governo britannico in molti erano contrari, mentre la premier Theresa May ha insistito per introdurla. “Sarà – dice Sajid Javid – un sistema di immigrazione unico, basato sulle competenze, costruito attorno al talento e all’esperienza che le persone possono portare, piuttosto che da dove provengono, massimizzando i benefici dell’immigrazione e dimostrando che il Regno Unito è aperto alle imprese”.

Immagine correlata
Sponsorizzato

Ultime Notizie

Il lato positivo di un conflitto

A cura di Giuseppe Catapano  Il conflitto può essere definito come una divergenza nella quale ciascuno degli attori coinvolti vuole imporre...

COMUNICATO STAMPA

I WEEKEND DEL GUSTO A VILLA TERZAGHI Riviera Romagna sul Naviglio Grande La Romagna a due...

La diffamazione in buona fede è reato?

Ebbene, come chiarito più volte dalla giurisprudenza, presupposto del reato di diffamazione è il cosiddetto «dolo generico» ossia una “malafede attenuata”. Non è cioè...

Morta la 18enne vaccinata con AstraZeneca

E' morta la 18enne ricoverata al San Martino di Genova per una trombosi. La giovane aveva fatto pochi...

Commenti recenti